Dopo il primo miliardo, da quest’anno gli smartphone rallentano

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

La crescita del mercato smartphone cala insieme con il prezzo medio dei terminali. Le previsioni IDC

Secondo Idc si venderanno 1,2 miliardi di smartphone nel corso del 2014. Contro un miliardo nel 2013, con una crescita del 19,3 per cento. Ma la notizia , che ha girato più volte nel corso del recente MWC 2014, è un’altra: “ il 2014 segnerà l’anno in cui la crescita degli smartphone si ridurrà come mai prima”.

idctab1

Una tendenza che diventerà stabile nel tempo dato che Idc prevede una crescita dell’8,3 per cento nel 2017 e del 6,2 per cento nel 2018. Il rallentamento della domanda è già iniziato nei mercati occidentali , ormai saturi. La crescita negli anni a venire sarà un affare dei mercati deli paesi emergenti. E i prezzi scenderanno verso il basso. Si tratta di mercato con esigenze diverse da quelli maturi e i modelli premium non saranno un fattore importante in quelle regioni.

A conferma arrivano le previsioni sui costi unitari medi. Nel 2014 la spesa per uno smartphone arriverà a 308 dollari in media nel mondo per poi cadere a 260 dollari nel 2018. Questo obbligherà i costruttori di terminali a rinnovare le loro idee per realizzare un’offerta verso modelli più economici che tuttavia facciano realizzare ancora profitti. Si tratta di un gioco che vedrà guadagnare ancora di più quote di mercato da parte di Android. Il numero di smartphone equipaggiati con l’OS di Google venduti da quest’anno al 2018 passerà da 950,5 milioni di unità ( 79 per cento del mercato) a 1,32 miliardi ( 76 per cento) in quattro anni. Il rialzo del 10, 7 per cento è leggermente superiore a quello di iOS di Apple che passerà da 180 milioni di esemplari( pari al 14,9 per cineto del mercato) a meno di 250 milioni (14,4 per cento).

idctab2

Unici a crescere molto , ma partendo da posizioni esigue, sono gli smartphone dotati di Windows Phone OS: più 29,5 per cento con meno di 122 milioni di unità contro 47 milioni quest’anno. Ma non bisogna farsi ingannare da queste previsioni. Microsoft e i suoi partner soffriranno di una calo importante del prezzo medio fino al punto di cadere sotto quello degli smartphone Android. Si passerà da 265 dollari in media a 195 dollari contro un obiettivo per i terminali Android di 208 dollari nel 2018. Si salva solo iPhone che limita le perdite a 610 dollari per pezzo contro i 649 attuali.

Read also :