Hitachi Data Systems, dalle soluzioni convergenti alla generazione di valore

Big DataData storageEnterpriseFisco e Finanza
Walter Simonelli, country manager Hitachi DS Italia

Simonelli (HDS), più del 30 percento del fatturato incrementale dovrà arrivare dalla social innovation, viviamo il passaggio dai Big Data Today ai Big Data Tomorrow

Quinta edizione di Hitachi Information Forums, nel cuore finanziario di Milano, un’opportunità per l’azienda per cercare dialogo con clienti e partner. Circa 200 i presenti in sala a seguire i lavori guidati da Walter Simonelli, country manager Hitachi Data Systems Italia, e Roberto Masiero (The Innovation Group) che anima i lavori. E che esordisce: “Sono cinque la parole d’ordine nel mondo IT, anzi negli economics. Soluzioni convergenti, piattaforme, ecosistemi, la generazione di nuovi valori, social innovation”. Vero filo rosso che costituisce la trama di tutti i contributi il cui centro è proprio la scoperta di come generare nuovo valore attraverso l’IT.

Lo scenario degli economics si divide tra coloro preoccupati per gli andamenti del mercato, tra cui ci sono anche gli attori di un mercato IT tradizionale, e chi innova. E’ proprio questo, secondo Masiero, il punto: “Chi è rimasto ancorato all’IT tradizionale fa peggio addirittura del nostro PIL”. Sono le tecnologie tradizionali di mercati maturi a non crescere. Cloud, BigData, Social Network, Iot sono invece veri settori propulsori. Chi opera in questi ambiti vivrà quest’anno come l’anno dello switch, in cui l’onda crescente dei mercati innovatori supererà in fatturato le tecnologie IT tradizionali.

Hitachi Information Forums (3)
Hitachi Information Forums – Rapporto di crescita tra mercato IT tradizionale e PIL

Per Masiero infatti la vera svolta sarà data dal “mercato dell’IT fuori dell’IT, con tutti i mercati convertiti alla crescita dal fattore IT che non è esso stesso il centro, ma semplicemente l’abilitatore, fino a coincidere con l’intero sistema economico”.

Il cloud è il primo tassello per questo passaggio, perché permette anche alle piccole e medie aziende di sostituire Opex a Capex, in secondo luogo perché permette la trasformazione dei processi aziendali e di generare nuovo valore. Internet of Things è il secondo fattore chiave, che potrebbe fare da volano anche a tutto il nostro settore manufatturiero. Secondo Masiero, Iot non è altro che “l’espansione di Internet dal mondo delle persone e dei dati, al mondo dei processi e degli oggetti. La possibilità di dare ‘intelligenza’ al sistema degli oggetti”.
L’idea di fondo è quella di fare delle piattaforme tecnologiche il sistema nervoso dei nuovi mercati digitali, con al centro non l’IT, ma proprio i singoli business: smart logistics, smart city, etc…

La declinazione di Hitachi su questa tematica è volta a individuare come generare nuovo valore su questa catena. Hitachi lo fa con la visione Social Innovation Business cioè l’offerta di soluzioni di business innovative, basate su piattaforme in grado di creare valore nel rispetto delle imprese, delle persone, della società e del pianeta.

Hitachi  – Dai Big Data Today ai Big Data Tomorrow

Subentra Simonelli: “E’ evidente che viviamo un momento di trasformazione profonda, con la digitalizzazione pervasiva, che deve essere gestita in sicurezza. Cambiano le discipline di governance, sono rivoluzionati i processi di gestione, bisogna reingegnerizzare i processi Erp, e quelli di raccolta dei dati, per supportare le decisioni e per creare nuove possibilità di business. Tutto con una riduzione di costi perché gli economics IT si sono livellati su quelli di tutti gli altri settori industriali”.

Simonelli ama distinguere tra Big Data Today e Big Data Tomorrow. Richiamando con il primo termine il mondo degli analytics basati su dati strutturati, o al massimo su proiezioni e con il secondo termine la messa in opera delle euristiche di analisi su dati non strutturati (Weblogs per esempio), un ambito che è destinato a esprimersi in fattori di crescita 42x, ma che fiorirà solo con IoT con interlocutori diversi, realtà in grado di valorizare industral experties e realtime analytic per generare interi cicli industriali, tra questi attori ci sono Siemens, Hitachi, General Electrics, le utilities, Google, solo per fare alcuni esempi.

Walter Simonelli, country manager Hitachi DS Italia
Hitachi Information Forums – Walter Simonelli, country manager Hitachi DS Italia

Hitachi si colloca proprio al centro di questi processi, perché già ora Hitachi One produce componentistica. L’importanza di Hitachi Data Systems nei processi di Social Innovation Business, secondo Simonelli, è data dal fatto che HDS si colloca proprio nel mezzo del passaggio tra il transazionale odierno e il futuro.

La prima fase di passaggio ai Big Data Tomorrow si concluderà intorno al 2020, quindi su circa cinque anni. In questo passaggio Simonelli cita come partner di riferimento SAP, ma spiega che anche le partnership in ambito healthcare, saranno chiave, tanto più perché Hitachi già produce sistemi di analisi radiologica, nell’ambito oncologico e così via. E’ l’Hitachi del ‘ci siamo’ slogan che guida tutti i lavori. La strategia è  costruire – rispettando i singoli verticali, in tutti gli ambiti di mercato – lo strato infrastrutturale per ‘social innovation’ in un’unico sistema di gestione integrato e flessibile. “E nella  Social Innovation, esplicita Simonelli, c’è la maggior pianificazione di crescita di Hitachi, per i prossimi cinque anni, più del 30 percento di fatturato incrementale dovrà arrivare da qui”.

Dalle piattaforme storage, all’integrazione delle infrastrutture di networking, dalle tecnologie content archive, platform, ai sistemi di gestione periferiche, ai mondi NAS, per arrivare all’information intelligence sia negli Analytics puri, sia nel mondo Hana. E quando si parla di Software Defined Network, Storage e Datacenter, Simonelli chiude vantando l’approccio Hitachi: “Ogni vendor ha una propria interpretazione, una propria verità. Per noi significa semplicemente Continuous Cloud Infrastructure che vuole dire l’evoluzione di una piattaforma VSP che Gartner riteneva già la migliore“.

[nggallery template=nme images=40 id=215]

Database, passato, presente e futuro nell’era dei BigData. Conoscete questo mondo? Mettetevi alla prova con il nostro quiz

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore