Gartner: il mercato server cresce in unità ,ma non in fatturato

EnterpriseFisco e Finanza

Il mercato mondiale dei server ha chiuso l’anno 2012 con una crescita in unità dell’1,5 per cento e un calo in fatturato dell’0,6 per cento

Nonostante una lieve flessione in unità nell’ultimo trimestre dell’anno 2012 e un incremento del 5 per cento in fatturato , il mercato dei server ha chiuso l’anno 2012 con una crescita in unità dell’1,5 per cento e un calo in fatturato dell’0,6 per cento. In sintesi , come ricorda un rapporto di Gartner, il 2012 ha visto un ritardo nella sostituzione dei server in architettura X86 nei data center delle grandi e medie imprese. Deboli invece le prestazioni delle piattaforme mainframe e Risc/Itanium. Cresce a livello regionale il nord America del 5,5 per cento, mente l’Europa resta al palo.

La regione Emea resta debole con un declino dell’8 per cento in Europa occidentale. Nella regione Emea i server X86 calano del 3,6 per cento in fatturato , mentre il segmento Risc/itanium Unix crolla del 32 per cento. Dei primi cinque fornitori solo Fujitsu cresce.

A livello mondiale Ibm rafforza la sua leadership nel mercato server per fatturato trimestrale con un incremento del 33,7 per cento rispetto al 2011. Oracle ( Sun) scende invece del 18 per cento. In maniera altrettanto abituale HP mantiene la leadership nei server per volumi con oltre il 26 pe cento del mercato, ma Cisco cresce – unica tra le prime cinque – del 41 per cento.

I server in formato blade segnano un incremento del 3,2 per cento in fatturato e un calo del 3,8 per cento in unità in tutto il 2012.Per l’intero anno HP si fregia di una leadership pari al 44 per cento del mercato seguita da Ibm e Cisco.

Per il 2013 gli analisti di Gartner vedono una crescita modesta spinta dalle attività di visualizzazione e consolidamento sulla piattaforma X86.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore