Gartner e Idc rilasciano i nuovi dati di mercato per i personal computer.Il declino è concorde

EnterpriseFisco e Finanza

Per Idc si tratta di un meno 7,6 per cento pari a 81,6 milioni di unità vendute. Per Gartner di un meno 8,6 per cento pari a 80,3 milioni di unità vendute

Arrivano i resoconti sul mercato mondiale dei PC e confermano sia per Idc sia per Gartner l’ennesimo calo trimestrale . Per Idc si tratta di un meno 7,6 per cento pari a 81,6 milioni di unità vendute. Per Gartner di un meno 8,6 per cento pari a 80,3 milioni di unità vendute. Tra i costruttori , per Idc Lenovo conferma la supremazia su HP come numero uno mondiale. Sono 14 milioni le unità vendute in ascesa ulteriore del 2,2 per cento. Dell si conferma al terzo posto (9,5 milioni di unità vendute), Acer va giù del 34 per cento in compagnia di Asus ( meno 34 per cento). E Gartner conferma : Lenovo, HP e Dell guadagnano, e Acer e Asus perdono. Le ragioni: minori vendite alle PMI, ma soprattutto la concorrenza dei dispositivi mobili .

A livello regionale chi va meglio sono gli Stati Uniti ( anzi Gartner li dà in crescita). Una ragione è per Gartner la brusca caduta dello stesso periodo dell’anno precedente alle prese con un arrivo di Windows 8 che non ha mai rivitalizzato le vendite. Ma Idc addita anche a giustificazione del calo delle vendite una ragione tecnologica le migliori qualità dei portatili che non rendono necessaria la sostituzione ogni tre anni. Un nuovo processore o un nuovo sistema operativo non spingono gli utenti a fare spese. Un’altra ragione additata dagli esperti è la netta svolta degli utenti verso i servizi cloud di software e storage. Le versioni del software sono aggiornate automaticamente senza richiedere un analogo aggiornamento di potenza del processore. La larghezza di banda ottenibile conta più della potenza del processore. I servizi di storage online vogliono dire minore necessità di risorse interne del computer.

Il mercato Emea secondo Gartner
Il mercato Emea secondo Gartner 

 

 

I dati preliminari di Gartner sul mercato Emea mostrano un quadro leggermente diverso, ma ugualmente negativo. Il mercato Emea dei personal computer indica un declino di quasi il 14 per cento nel terzo trimestre dello scorso anno rispetto al medesimo periodo dello scorso 2012. Si tratta del sesto trimestre consecutivo di calo del mercato con una decrescita dell’8 per cento da trimestre a trimestre.

Comunque il settore dell’offerta non sta fermo. Nel terzo trimestre i vendor hanno effettuato la transizione dei loro prodotti verso i nuovi processori di Intel della classe Haswell e Bay Trail per prepararsi al lancio di Windows 8 di questa settimana. La transizione di prodotto e il tentativo di contenere l’invenduto dei modelli in rapida obsolescenza continuerà anche nel prossimo trimestre. Inoltre molti vendor hanno presentato dei tablet Android intaccando le loro stesse vendite di PC. Nel trimestre HP mantiene la posizione di numero uno in Emea con Lenovo che passa al secondo posto dddopo il quinto trimestre consecutivo di crescita. Anche in questa regione Acer e Asus, due vendor maggiormente focalizzati sul mercato consumer hanno provato una declino a due cifre . Ma stanno reagendo a passando dai PC consumer a nuovi formati , tablet e ibridi.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore