Gartner: ecco il crollo dei PC in Europa

EnterpriseFisco e Finanza

Un declino superiore al 20 per cento . Il primo di quest’anno è un trimestre da dimenticare in ogni paese . Ma come?

Nel primo trimestre di quest’anno le consegne di personal computer in Europa Occidentale sono arrivate a un totale di 12,3 milioni di unità con un calo del 20,5 per cento sul periodo corrispondente del 2012. Un crollo segnalato da Gartner per voce dell’analista Meike Escherich: “ Il primo trimestre del 2013 ha portato con sé il peggior calo trimestrale in Europa Occidentale da quando Gartner ha iniziato a seguire le consegne di PC in questa regione. Un’ampia disponibilità di personal computer con Windows 8 nulla ha potuto per spingere i consumatori a comprare PC in questo periodo di tempo. Anche se la nuova interfaccia grafica è adatta per dispositivi di diverso formato , gli utenti restano fermi alla affidabilità dei tradizionali desktop e portatili privi di touch screen”.

gartnertab

Tutti i settori PC in Europa Occidentale hanno mostrato in cifre un declino anno su anno nel primo trimestre del 2013. I PC fissi e mobili sono caduti del 13,8 e del 24,6 per cento. Le consegne nel mercato dei PC professionali sono scese d del 17,2 per cento , mentre quelli che si rivolgono ai consumatori segnano un meno 23,7 per cento. Un crollo superiore al 30 per cento si registra per HP e Acer, Ma HP rimane leader di mercato nonostante un declino dei volumi dei desktop consumer che si è quasi dimezzato nel periodo in considerazione. Lenovo ed Apple sono gli unici tra i primi cinque vendor a registrare una crescita. Lenovo ancora una volta mostra il passo di crescita più alto nei personal computer sia fissi che portatili. Questo ha permesso a Lenovo di ridurre lo svantaggio su Acer che mantiene tuttavia il secondo posto. In ambito consumer Lenovo conquista quote di mercato su Acer e HP, mentre nel mercato professionale compete da vicino con HP e Dell.

Segnala ancora Escherich: “ Continua la battaglia tra i diversi dispositivi per il portafoglio del consumatore. Il PC è il primo a essere messo da parte mentre le abitudini d’uso si spostano verso smartphone e tablet. Un trend che ha e avrà un profondo impatto sulla base installata dei PC”.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore