Arriva il giorno dei Google Glass. E IDC predice il wearable computing per il 2014

EnterpriseFisco e Finanza

Le consegne globali per i dispositivi di wearable computing già nel 2014 triplicheranno con il lancio di nuovi modelli da parte di famosi brand internazionali

Google ha deciso di aprire le vendite dei suoi Glass per un giorno solo – il 15 aprile – come test per il mercato consumer, mentre Apple si appresta a sollecitare le loro intenzioni di acquisto con il lancio di un iWatch entro alla fine di quest’anno.

Due segnali di mercato a supporto delle previsioni di Idc che ha dichiarato che accessori complessi , come una combinazione di dispositivi di elaborazione e indossabili per il fitness, guideranno il mercato dei cosiddetti wearable device da qui al 2018, mentre i consumatori troveranno prodotti più semplici e a costo sempre più basso. Le consegne globali per i dispositivi di wearable computing già nel 2014 triplicheranno con il lancio di nuovi modelli da parte di famosi brand internazionali. Quest’anno si arriverà a 19 milioni di unità e la crescita continuerà nei prossimi anni con un tasso annuo composto del 78,4 per cento per arrivare a 112 milioni di unità nel 2018.

Tra i giganti dell’elettronica interessati a questo mercato i nomi di chi ci è già entrato sono quelli della sudcoreana Samsung e della giapponese Sony con i loro smart watch e bracciali intelligenti. Un dirigente di Samsung ha dichiarato di aspettarsi un’accelerazione nella prima metà di quest’anno e un’esplosione delle vendite nella seconda metà. Per la distribuzione di questi dispositivi va utilizzata una rete del tutto diversa da quella tradizionale dell’informatica che generi contatti nel campo della moda o segnali la convenienza di usare questi dispositivi nel fitness o presso il pubblico più giovane.

Google Glass_Gizmodo

Una ricerca sempre di Idc tra 50 mila consumatori in 26 persi indica che Samsung viene identificata come il brand più affidabile per i wearable device , davanti a Apple, Sony e Google. Oltre a Samsung e Sony anche altri brand asiatici come HTC e Huawei stanno entrando entro la fine dell’anno in questo settore per diversificare la loro offerta di prodotto.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore