Eds entra in casa Hp

Enterprise

La società di Palo Alto completa l’acquisizione annunciata a maggio per un investimento di 13,9 miliardi di dollari

Hp completa l’acquisizione di Eds (Electronic Data Systems). L’operazione rispecchia quanto già annunciato a metà maggio, quando si quantificò un valore di questa operazione di 13,9 miliardi di dollari.

“Questo è un giorno storico per Hp e Eds e per i nostri clienti: se da sole ognuna delle due compagnie è punto di riferimento nel proprio mercato, insieme diventiamo leader globali”. Con questo annuncio Mark Hurd, Chairman e Ceo di Hp, ha voluto sottolineare il completamento delle operazioni di acquisizione di EDS. Ora l’azienda di Palo Alto è pronta per sfidare Ibm nel settore dei servizi. Un ambito in cui il fatturato di Hp, ora con Eds, raggiunge i 38 miliardi di dollari (130 miliardi il fatturato complessivo) con una diffusione planetaria in 80 Paesi e 210mila dipendenti, di cui nel nostro Paese Eds ne conta circa 3mila.

Eds diventerà una “Hp-Company“, quindi con un certo margine di indipendenza operativa a tutela di un marchio molto ben riconosciuto, proprio come quello di Hp è rinomato nel mondo hardware It, ma Ronald Ritternmeyer, presidente e Ceo di Eds, riporterà direttamente a Mark Hurd.

Si realizza, dopo circa 8 anni, l’idea di Fiorina che aveva compreso già nel 2000 l’importanza dei servizi nel mondo It e aveva tentato, senza riuscirci, la scalata a Price Waterhouse Coopers, poi andata a Ibm

Technology Solutions Group (Tsg) di Hp lascerà a Eds i servizi in outsourcing e, in parte, le proprie attività di consulenza e integrazione. Tsg si focalizzerà su server, storage e servizi come l’installazione e la progettazione di sistemi.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore