La difficile sostituzione dei Blackberry nel cuore delle aziende

Enterprise

Forse nessuna azienda sostituirà i Blackberry al suo interno , ma Apple e Samsung avranno la parte del leone quando si tratta di sostituire Blackberry semplicemente perché sono i consumatori a fare gli acquisti e questi due vendor guidano nel mercato consumer

Blackberry ha passato il 2012 e il 2013 cercando di scrollarsi di dosso l’immagine di un’azienda bloccata in una spirale negativa. Solo cinque anno prima , nel 2006, Blackberry era lo standard per applicazioni aziendali di mobilità e metà di tutti gli smartphone venduti erano modelli Blackberry. Ma già nel 2009 la sua quota di mercato nel segmento smartphone era sceesa al 20 per cento . Poi nel 2010 la caduta al 16 per cento . E si arriva al 2012 ( 5 per cento) e al 2013 con una quota di mercato ancora più bassa per cui non rientra più nell’attenzione degli analisti.

Con lo sguardo rivolto al passato la caduta di Blackberry dall’Olimpo del mercato smartphone – così simile a quella di Nokia per i cellulari – è dovuto all’irruzione sul mercato di iPhone e poi di Android. Ma un errore di Blackberry è stato quello di sottostimare l’impatto sul mercato delle preferenze dei consumatori , quel fenomeno che va sotto il nome di BYOD.

Ora in questo primo scorcio del 2014 Blackberry si presenta come un’azienda più stabile se non più solida, sotto la guida del nuovo CEO John Chen. Gli osservatori del mercato si attendono che Blackberry riesca a mantenere la nucleo enterprise della sua base installata che apprezza le caratteristiche di sicurezza del sistema Blackberry. Ma anche se Chen riuscirà a portare alla profittabilità Blackberry e a mantenere la base degli utenti di Blackberry Messenger ormai annidata nei paesi emergenti, i giorni in cui Blackberry era lo standard per gli smartphone nel cuore dei dipartimenti IT dell’organizzazione sembrano ormai finiti.

Ma questo ci porta a un domanda: un solo vendor di dispositivi mobili è in grado ora di sostituire Blackberry? A questa domanda ha cercato di dare un risposta eWeek.com attraverso un’intervista a Ken Dulaney , analista di Gartner:“ La risposta alla domanda è che la maggior parte delle imprese non sta pensando a una sostituzione diretta. Hanno imparato che una decisione di questo tipo non sarebbe corretta anche in futuro. Così la decisione è di avere più scelte e ricorrere a programmi di BYOD .

Sulla base di una ricerca di Gartner dello scorso settembre secondo Dulaney la maggior parte delle organizzazioni sta scegliendo Apple, ma Samsung sta acquistando quota . A questo fa riscontro una ricerca di Gartner dello scorso novembre sulle preferenze per gli smartphone in azienda; in media il 37 per cento dei lavoratori utilizza un iPhone e il 26 per cento un Blackberry. I Samsung con Android stanno al 16 per cento, ma mettendo insieme altri smartphone Android , questo OS mobile supera Blackberry OS. Nelle previsioni di Gartner entro due anni la quota degli utenti di Blackberry si ridurrà del 60 per cento.

Gli esperti di Gartner si spingono fino alla raccomandazione di “rivisitare “ le relazioni con Blackberry, aggiornare la strategia ogni trimestre e determinare quali decsioni di acquisto e quali procedure vadano ridisegnate per far posto a Apple. Samsung Android e Windows Phone s restano un’alternativa. D’altra parte Blackberry mantiene una sua reputazione come opzione più sicura in azienda per l’encryption dei device e il trasferimento di dati.

Se la sicurezza è un affare di estrema importanza, perché adottare un sistema così frammentato come Android OS? Spesso i reparti IT parlano di sicurezza, ma la loro linea è di adottare quanto soddisfa di più i requisi ti di una buona esperienza utente. Spesso desiderano assecondare troppo le richieste degli utenti anche a scapito della sicurezza e adottano unp smartphone Android. In sintesi secondo altri esperti nessuna azienda sostituirà i Blackberry al suo interno , ma Apple e Samsung avranno la parte del leone quando si tratta di sostituire Blackberry semplicemente perché sono i consumatori a fare gli acquisti e questi due vendor guidano nel mercato consumer. Molte aziende sono in una situazione di stallo e non sanno scegliere tra abbandonare un sistema di controllo rigido per i device in azienda e cercare di capire come gestire il nuovo mondo del BYOD.

Di fronte  alle sfide di alcuni concorrenti come Good, Blackberry punta l’attenzione sulle necessità delle organizzazioni che vanno oltre la semplice necessità della gestione di device mobili.

Si profila una sicurezza a due livelli : un livello superiore che mantiene la necessità di un Blackberry e un livello di base in azienda in cui le soluzioni di sicurezza di iOS e Android sono sufficienti. Inoltre la piattaforma di sicurezza Knox di Samsung la qualifica come superiore alle scelte di altri fornitori di device Android.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore