Chip. Samsung e Globalfoundries in partnership per il processo a 14 nm

Enterprise

Samsung Electronics e Globalfoundries hanno siglato una partnership per lo sviluppo congiunto di processori a 14 nanometri con un’architettura di transistor tridimensionale

Samsung Electronics e Globalfoundries hanno siglato una partnership per lo sviluppo congiunto di processori a 14 nanometri con un’architettura di transistor tridimensionale .La mossa lancia un guanto di sfida alle fonderie di silicio taiwanesi e mette sotto pressione anche Intel e il suo business crescente anche nell’area del fonderie di silicio.
Nel dettaglio Globalfoundries acquisirà da Samsung le licenze per i suoi più recenti progetti di chip a 14 nm che appunto mirano a una superiore efficienza energetica e di prestazioni spostandosi verso un’architettura di transistor 3D. Obiettivo di prodotto i device per la mobilità come tablet e smartphone.

In sostanza grazie all’accordo i costruttori di chip che intendono basare i loro prodotti sui progetti Samsung a 14 nm potranno avvalersi di entrambe le fonderie per la loro produzione , godendo così di una maggiore scelta tra i fornitori. Saranno anche in grado di passare da una fonderia all’altra se necessario senza rimettere mano al progetto . Sono pochi i fornitori di chip che dispongono di un processo di produzione interno . La scelta più comune è di risparmiare nella gestione degli impianti di produzione esternalizzando i loro progetti per la produzione presso fonderie come Globalfoundries ( uno spin off di AMD) e Taiwan Semiconductor (TSMC), che controllano insieme circa la metà degli impianti produttivi mondiali. Intel invece continua mantenere al suo interno le fabbriche di silicio ritenendole un asset vitale per la competizione con Qualcomm o AMD. D’altra parte anche Intel ha iniziato un processo di offerta verso l’esterno delle proprie capacità produttive . Tra i clienti più importanti di Intel vi è Altera. Per quest’ultima Intel produce processori programmabili quad core in architettura ARM, SoC e Field-programmable gate array (FPGA ). La mossa di Samsung verso il supporto della produzione di transistor 3D, già realizzati anche da Intel, prevede che la produzione di volume si farà nello stabilimento Samsung in Texas e in Corea, la fabbrica di Globalfoundries è nello stato di New York. La produzione di massa inizierà entro l’anno.

semicontab

Nel 2013 Samsung Electronics e Apple sono stati i principali acquirenti di semiconduttori al mondo generando anche in quell’anno una domanda combinata di forniture di semiconduttori che vale il 17 per cento di quella globale. Secondo Gartner, che ha rilasciato un rapporto preliminare (Market Insight: Semiconductor Demand From OEMs, ODMs and EMS Companies, Worldwide, 2013) anche su questo mercato Samsung e Apple hanno consumato congiuntamente 53,7 miliardi di dollari di semiconduttori nel 2013 con un incremento di 7,7 miliardi di dollari rispetto al 2012. Come segnala una nota di Gartner, “ Samsung e Apple occupano i primi posti nel consumo di semiconduttori da tre anni. Sono partite da un 12 per cento nel 2011 per arrivare nel 2013 al 17 per cento. Questa crescita indica la rapida espansione di queste due società nel corso dei passati tre anni , mentre le loro decisioni di acquisto influenzano ormai prezzi e tecnologie dell’intero settore dei semiconduttori”.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore