Con Calico Google si lancia in una nuova avventura contro malattie e invecchiamento

Enterprise

Google entra nel settore health care con la nascita di Calico , una società che ha l’obiettivo di trovare il modo di migliorare la salute ed estendere l’arco di vita degli esseri umani

Google entra nel settore health care con la nascita di Calico , una società che ha l’obiettivo di trovare il modo di migliorare la salute ed estendere l’arco di vita degli esseri umani. L’annuncio della nuova startup è stato dato dal blog stesso di Google: salute e benessere con un sfida particolare all’invecchiamento e alle malattie ad esso associate. Non si so conoscono tuttavia molti altri dettagli della nuova entità, compreso come Google si muoverà in questo campo . Quello che si sa è che il CEO di Calico sarà Arthur D. Levinson, presidente e fondatore di Genentech e presidente di Apple. Servendosi naturalmente di Google+ , Levinson parla di un’idea di business di largo respiro riguardo all’invecchiamento nata dopo lunghe discussioni con Larry Page, uno dei fondatori di Google, e Bill Maris che gestisce Google Ventures. Si esploreranno anche i legami che possono essere diretti tra alcune malattie e i processi di invecchiamento: sarebbero possibili passi in avanti in grado di migliorare la qualità di vita delle persone. Da questi discorsi è nata Calico che lo stesso Levinson definisce oche una abbreviazione di “California Life Company.”

Anche Page ha scritto qualcosa sulla sua pagina Google + definendo la nuova avventura come un cambiamento radicale della routine delle cose che fa Google . Ma c’è un enorme potenziale per tecnologico in grado di migliorare radicalmente la vita delle persone. Non è un’attività che si svolge attorno a Internet , il core business di Google , ma anche gli investimenti sono piccoli rispetto a quelli fatti per il core business. Gli esperti ricordano che Calico non è la prima iniziativa relativa all’health care da parte di Google.

Nel 2008 Google lanciò la sua iniziativa Google Health che aveva lo scopo di permettere ai pazienti l’accesso ai loro dati medici personali in maniera indipendente da dove si trovassero, dal dispositivo usato attraverso un portale sicuro ospitato da Google e dai suoi partner. Google Health ha chiuso all’inizi di quest’anno.

Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore