Antitrust europea : i rivali di Google ottengono una rinvio per le loro controdeduzioni

EnterpriseProgettiPubblica Amministrazione

I concorrenti chiamati a pronunciarsi nel quadro dell’inchiesta antitrust europea contro Google ottengono un rinvio per valutare le proposte del gigante della ricerca online

I concorrenti chiamati a pronunciarsi sugli impegni stilati da Google per porre fine all’abuso della sua posizione dominante messa sotto accusa in Europa hanno ottenuto un rinvio ulteriore. Secondo un rapprto del Wall Street Journal , la Commissione europea che da tre anni ha messo sotto inchiesta le pratiche della socità americana nella ricerca e nella pubblicità online, soprattutto per il trattamento preferenziale accordato ai suoi servizi, aveva sottoposto a fine ottobre le proposte migliorative di Google a 125 aziende.

Bruxelles avrebbe cosi accordato un prolungamento a diverse imprese coinvolte, comprese quelle che devono mettere sotto test i cambiamenti proposti da Google. Tra questi cambiamenti la presentazione sul motore di ricerca di Google di almeno tre risultati dei servizi concorrenti. Secondo una fonte interna che segue da vicino il dossier citato dal giornale americano le aziende coinvolte hanno ora fino al 9 dicembre per rispondere all’esecutivo europeo. Se ,alla fine di questa fase, Bruxelles dà il via libera all’accordo, gli impegni presi da Google dovranno essere applicativo per i prossimi cinque anni. Se invece Bruxelles si oppone potrebbe partire un procedimento formale anti trust. Ma quest’ultima prospettiva non sembra soddisfare le autorità europee .

Il Commissario incaricato per la concorrenza Joaquín Almunia, ha indicato lo scorso messe di voler concludere una accordo amichevole su Google e prima delle elezioni europee del prossimo maggio.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore