AutenticazioneCloudProgettiSaasSicurezzaSoftware vendor

Ignite 2018, Microsoft porta l’AI a tutti, in sicurezza

Ignite 2018
0 0

Per Microsoft AI, IoT e edge computing possono rappresentare la base per buoni risultati in qualsiasi azienda. Punto per punto tutte le novità di Ignite 2018 che pervadono le soluzioni enterprise come quelle office

In occasione di Ignite 2018 (24-28 ottobre a Orlando), Microsoft ha sottolineato l’importanza della sicurezza IT in ogni ambito produttivo, ha rilasciato una serie di programmi e prodotti di sicurezza dedicati e mostrato i passi in avanti nell’integrazione di tecnologie AI nell’intero ecosistema Microsoft.

Tra le novità per la sicurezza (se ne parla già da questa primavera) i passi in avanti per Microsoft Secure Score, un vero strumento di reporting dinamico che valuta gli ambienti dei clienti Microsoft 365 e formula raccomandazioni al fine di ridurre le violazioni fino a trenta volte, e Microsoft Authenticator, che facilita l’accesso sicuro alla forza lavoro tramite un’app, una user id utente e l’impronta digitale registrata dal telefonino.

L’accento posto dall’azienda però è sugli per offrire strumenti di accesso alle tecnologie abilitate dall’Intelligenza Artificiale a tutti, e anche con un primo piano concreto di azione AI for Humanitarian Action volto a sfruttare il potere dell’IA per il recupero in caso di disastri naturali, aiutare i bambini, proteggere i rifugiati e gli sfollati e promuovere il rispetto dei diritti umani. E allora entriamo nei dettagli.

Satya Nadella, ceo di Microsoft

Satya Nadella, CEO di Microsoft, entra nel vivo delle nuove proposte per l’ambito IT: “Stiamo spingendo i limiti dell’IA, dell’edge computing e dell’Internet degli oggetti, fornendo al contempo una sicurezza end-to-end per consentire ad ogni organizzazione di esprimere il proprio potenziale digitale e prosperare in questa nuova era”. La sicurezza informatica è ovviamente la sfida centrale.

Ogni giorno le organizzazioni sottraggono tempo e risorse preziose alla loro missione aziendale principale per difendersi e riprendersi dagli attacchi informatici. Gestiscono decine di strumenti complessi e scollegati, ma i problemi negli strumenti rimangono e le minacce vengono dimenticate. Mentre la natura degli attacchi e il profilo degli aggressori continuano ad evolversi, i team di sicurezza faticano a tenere il passo, e mancano competenze specialistiche.

Microsoft si è focalizzata quindi su tre aspetti: gli operations di sicurezza su scala globale che funzionano non solo per noi ma anche per i nostri clienti, tecnologia di classe enterprise e partnership estese sulla sicurezza informatica in uno scenario sempre più eterogeneo.

In Microsoft, più di 3.500 professionisti della sicurezza a tempo pieno lavorano con i principali strumenti AI per analizzare più di 6,5 trilioni di segnali globali ogni giorno. L’infrastruttura di sicurezza globale dell’azienda protegge i clienti e i data center, tramite la gestione di un centro operativo per la difesa cibernetica, tentando di hackerare le proprie stesse difese (red-teaming), un’organizzazione che complessivamente ha bloccato oltre 5 miliardi di minacce malware distinte ogni mese.

La tecnologia di sicurezza di classe enterprise di Microsoft sfrutta il cloud per proteggere le organizzazioni in generale con nuove funzionalità di sicurezza nei suoi prodotti che proteggono da un’ampia gamma di minacce, proteggono la rete e proteggono le informazioni sensibili.

Oggi, Microsoft ha dichiarato la fine dell’era delle password, offrendo un nuovo supporto per il login senza password tramite l’applicazione Microsoft Authenticator per le centinaia di migliaia di applicazioni Azure AD connesse che le aziende utilizzano ogni giorno. Microsoft Secure Score rappresenta invece l’unica scheda di report dinamica di classe enterprise per la sicurezza informatica, e ora include EMS e Azure Security Center. Utilizzando Secure Score, le organizzazioni ottengono valutazioni e raccomandazioni che in genere riducono il loro livello di sicurezza.

Microsoft Authenticator – Una fase operativa dell’autenticazione tramite smartphone

Secure Score include anche una serie più ampia di controlli su prodotti come Microsoft Cloud App Security e Azure Active Directory per rafforzare ulteriormente le difese e aiutare l’IT a comprendere e migliorare la posizione di sicurezza della propria organizzazione.

Infine, Microsoft Threat Protection, annunciata oggi, è una soluzione completa end-to-end che può aiutare a proteggere, rilevare e porre rimedio alle minacce informatiche, riunendo la protezione avanzata contro le minacce e il ripristino automatico attraverso e-mail, PC, identità e infrastrutture, in un’unica esperienza integrata in Microsoft 365. Il servizio utilizza l’intelligenza artificiale e la ricerca umana per accelerare le indagini ed eliminare le minacce in modo più rapido, risparmiando migliaia di ore per i team di sicurezza sovraccarichi.

Microsoft ha annunciato inoltre l’anteprima pubblica di Azure confidential computing, che fa di Azure il primo servizio cloud a fornire una piattaforma sicura per proteggere la riservatezza e l’integrità dei dati in uso.

Arriviamo al tema delle partnership per la sicurezza in un mondo eterogeneo.
Microsoft sta lavorando con aziende tecnologiche, politica e istituzioni critiche per il processo democratico sulle strategie per proteggere le nostre elezioni di medio termine.

Il programma Defending Democracy dell’azienda ha lo scopo di proteggere le campagne politiche dall’hacking, aumentare la sicurezza del processo elettorale, difendersi dalla disinformazione e portare maggiore trasparenza alla pubblicità politica online. Parte di questo programma è l’iniziativa AccountGuard, che fornisce una protezione della sicurezza informatica all’avanguardia senza costi aggiuntivi per tutti i candidati e gli uffici elettorali a livello federale, statale e locale, e altre organizzazioni critiche per il processo democratico.

Nel primo mese, Microsoft ha integrato più di 30 organizzazioni in AccountGuard, concentrandosi inizialmente sulle operazioni dei grandi partiti nazionali, e l’iniziativa ora include comitati che rappresentano entrambi i principali partiti americani.

Microsoft sta sviluppando piani per estendere il programma Defending Democracy alle democrazie di tutto il mondo.

Dalla creazione del Cybersecurity Tech Accord, un accordo per riunire l’intero settore tecnologico e difendere tutti i clienti ovunque da attacchi dannosi da parte di imprese criminali informatici e Stati nazionali, il gruppo è quasi raddoppiato. Con l’adesione di 27 nuove organizzazioni provenienti da tutto il mondo tra cui Panasonic, Swisscom e Rockwell Automation, per citarne solo alcune, il numero complessivo dei firmatari è ora di 61 aziende, rafforzando l’ampio ecosistema necessario per mantenere il mondo sicuro.

I dati e l’IA trasformano l’impresa intelligente

A sostegno dell’impegno dell’azienda a rendere aperto a tutti l’accesso all’AI e a garantire che i benefici siano ampiamente condivisi, l’azienda ha lanciato oggi AI for Humanitarian Action, un nuovo programma quinquennale da 40 milioni di dollari, volto a sfruttare il potere dell’AI per aiutare gli sforzi come il recupero in caso di calamità, la protezione dei bambini, dei rifugiati e degli sfollati e la promozione del rispetto dei diritti umani. L’azienda farà questo lavorando a fondo con selezionate organizzazioni non governative e non governative, organizzazioni umanitarie attraverso sovvenzioni, investimenti di tecnologia e condivisione delle competenze.

Questo è il terzo programma dell’iniziativa AI for Good di Microsoft, lanciato nel luglio 2017.
Microsoft sta inoltre continuando a fornire prodotti e servizi che saranno disponibili attraverso la prossima generazione di applicazioni, esperienze e assistenti personali.

Per quanto riguarda gli annunci ecco i nuovi prodotti e servizi per aiutare le imprese ad ottenere il massimo valore dai loro dati:
Azure Machine Learning aiuta gli scienziati e gli sviluppatori di dati a costruire e addestrare i modelli di IA più velocemente, per poi distribuirli facilmente nel cloud o ai margini. Nuovi aggiornamenti significativi del servizio includono l’apprendimento automatico delle macchine per identificare gli algoritmi più efficienti e ottimizzare le prestazioni del modello, modelli aggiuntivi accelerati dall’hardware per FPGA e un SDK Python che rende i servizi Azure Machine Learning accessibili dai più diffusi IDE e notebook.
SQL Server 2019 preview ridefinisce il database relazionale con nuove funzionalità per i grandi dati che consentono agli utenti di affrontare qualsiasi progetto dati – da OLTP, Data Warehousing e Business Intelligence (BI), all’AI e all’analisi avanzata. Con questi miglioramenti, SQL Server diventa un hub per l’analisi dei dati che suddivide i silos tra i sistemi di gestione dei database, fornendo intuizioni più rapide senza spostare o copiare i dati. Spark e Hadoop Distributed File System (HDFS), ora integrato, consentono ai data scientist di ingerire, memorizzare e analizzare grandi quantità di dati. I nuovi connettori consentono l’interrogazione diretta di altri database come Oracle, Teradata e MongoDB.
Azure SQL DB hyper scale rappresenta un nuovo livello di servizio altamente scalabile che si adatta alle esigenze del carico di lavoro, con un’autoscaling fino a 100 TB per database. Disponibile dal 1 ottobre fornirà un sistema di storage ad alte prestazioni per espandere il potenziale di crescita delle applicazioni senza essere limitato dalle dimensioni dello storage.
L’anteprima pubblica di Azure Data Explorer accelera il rilevamento e l’analisi di grandi volumi di dati di eventi. Consente agli utenti di esplorare e analizzare i dati in tempo quasi reale per individuare rapidamente modelli e anomalie, determinare le cause alla radice, diagnosticare problemi e analizzare le prestazioni per migliorare le intuizioni e i risultati aziendali. In pratica è un servizio di indicizzazione e interrogazione rapidissimo, ottimizzato per l’esplorazione e l’analisi ad hoc dei dati di log e telemetria da siti web, applicazioni e dispositivi IoT.
– Gli aggiornamenti di Azure Cosmos DB Multi-master consentono ai clienti di costruire facilmente le proprie applicazioni mission-critical, distribuite a livello globale. Il supporto Multi-master in Azure Cosmos DB fornisce elevati livelli di disponibilità e una latenza sotto i dieci millisecondi, con supporto flessibile integrato per la risoluzione dei conflitti per semplificare in modo significativo lo sviluppo di applicazioni distribuite a livello globale.
L’API Cassandra amplia il value prop di Cosmos DB come database multimodello e multi-API, offrendo ai clienti la flessibilità di utilizzare il modello dati e API a scelta. Inoltre, la capacità riservata riduce le barriere all’ingresso, consentendo ai clienti di ottenere fino al 65 percento di sconto sul costo di utilizzo del proprio Cosmos DB.

Nuove esperienze di AI con Microsoft 365

Microsoft ha introdotto una nuova funzionalità di ricerca coesiva, Microsoft Search, che rende più facile trovare una varietà di documenti e dati sia all’interno che all’esterno dell’azienda senza abbandonare il flusso di lavoro.

La casella di ricerca si trova in una posizione coerente e prominente in tutte le applicazioni Microsoft 365 in modo da mantenere la distanza massima di un clic.

Microsoft sta lavorando inoltre alla tecnologia Microsoft Graph e all’AI di Bing per offrire esperienze più pertinenti a ciò su cui le persone stanno lavorando. I clienti possono provare in anteprima la capacità di Microsoft Search a partire da Bing.com e su Office.com, e nell’applicazione mobile SharePoint, seguirà su Microsoft Edge, Windows e Office.

Ideas in Office aiuta le persone a sfruttare la potenza dell’intelligenza artificiale con un solo clic del mouse. Lanciato prima su Excel e PowerPoint, il motore Ideas semplifica l’esperienza utente e aiuta le persone a risparmiare tempo nello svolgimento delle attività quotidiane. È sufficiente fare clic sull’icona in Excel o PowerPoint per lanciare il riquadro Idee, che fornisce suggerimenti pratici e specifici per i progetti, i layout e le immagini personalizzate in base alle esigenze dell’utente. Qualcuno si ricorderà Clippy, siamo ben oltre.

– Oggi sono già disponibili i nuovi miglioramenti intelligenti in Excel, dando agli utenti la possibilità di trasformare i dati in intuizioni. Per esempio Insert Data from Picture è una nuova funzione disponibile in anteprima pubblica su Android che consente agli utenti di scattare una foto di una tabella dal proprio telefono e convertire rapidamente le immagini in un file Excel che può essere modificato, analizzato e condiviso. I miglioramenti includono anche migliori prestazioni delle funzionalità di Excel esistenti. Per esempio, le funzioni di ricerca ora richiedono secondi invece che minuti.

– Con la possibilità di collegare gli account Office 365 e LinkedIn, gli utenti possono inviare e-mail e condividere documenti con connessioni di primo grado LinkedIn direttamente da Outlook, Word, Excel e PowerPoint. Microsoft ha inoltre annunciato che, nel corso dell’anno, i clienti potranno vedere le informazioni di LinkedIn sulle persone con cui si incontrano direttamente negli inviti alle riunioni.

– Le nuove funzionalità basate sull’IA per i team Microsoft sono ora generalmente disponibili, a dimostrazione del costante impegno di Microsoft nel trasformare le riunioni di lavoro. Background blur utilizza il rilevamento facciale per offuscare lo sfondo durante le videoconferenze, mentre la registrazione delle riunioni fornisce la trascrizione da discorso a testo generando una trascrizione ricercabile e applicando automaticamente didascalie alla registrazione.
Con la disponibilità generale delle nuove funzionalità di eventi live che inizieranno a diffondersi in tutto il mondo in Microsoft 365 verso la fine dell’anno, i clienti saranno in grado di creare e trasmettere eventi live e on-demand in Team, Microsoft Stream e Yammer.

– Microsoft sta infine crescendo anche nell’ambito delle esperienze e competenze di Cortana personalizzabili con il nuovo Cortana Skills Kit for Enterprise. La soluzione end-to-end permette alle aziende di costruire competenze e agenti personalizzati, testarli con gli utenti e gestire completamente l’implementazione nella propria organizzazione.
Sviluppata con il servizio Microsoft Bot Framework e Azure Cognitive Services Language Understanding, la piattaforma aiuterà le aziende ad utilizzare Cortana per migliorare la produttività della forza lavoro.

Come generare valore con IoT ed Edge Computing

L’informatica sta diventando sempre più onnipresente e allo stesso tempo più distribuita. Con la potenza dell’intelligenza artificiale, i dispositivi possono prevedere, imparare, parlare e altro ancora. Tutto questo è alla guida della prossima ondata di innovazione nel cloud intelligente e sul bordo, all’Edge. Microsoft offre potenti soluzioni all’avanguardia e IoT che sbloccano nuove opportunità per i clienti di portare l’intelligenza cloud in nuovi scenari e in aree in cui la connettività è inaffidabile. Ecco quali.

Azure Digital Twins, annunciato oggi, è una nuova offerta della piattaforma IoT che consente a clienti e partner di creare un modello digitale completo di qualsiasi ambiente fisico. Azure Digital Twins fornisce un quadro completo delle relazioni e dei processi che collegano persone, luoghi e dispositivi. Azure Digital Twins sfrutta tutta la potenza di Intelligent Cloud e Intelligent Edge per fornire ai partner una base per costruire soluzioni digitali personalizzate che rimangano aggiornate con il mondo fisico, così come utilizzare analisi avanzate per comprendere il passato e prevedere gli stati futuri per scenari come la manutenzione predittiva, la gestione dell’energia e altro ancora.

Azure Sphere, la prima soluzione olistica progettata per proteggere e alimentare i dispositivi dell’internet degli oggetti al limite dell’intelligenza, è ora disponibile in anteprima pubblica. Azure Sphere è progettata per proteggere i microcontroller collegati dal silicio alla nuvola. I kit di sviluppo sono ora universalmente disponibili.

– Con l’anteprima pubblica di Azure Data Box Edge, ora disponibile, Microsoft sta aggiungendo altri prodotti alla famiglia Azure Data Box per aiutare i clienti ad analizzare, elaborare e trasformare i dati prima di caricarli nel cloud. Azure Data Box Edge è un’appliance di rete fisica, fornita da Microsoft, che invia dati in entrata e in uscita da Azure con funzionalità di bordo abilitate per l’AI. Utilizza hardware FPGA avanzato integrato nativamente nell’appliance per eseguire algoritmi di apprendimento automatico in modo efficiente ai margini. Le dimensioni e
la portabilità consente ai clienti di eseguire Azure Data Box Edge il più vicino possibile a utenti, applicazioni e dati in base alle necessità.