True Image 2019, il backup anti-ransomware anche per il Mac

Data storageSicurezza
Acronis True Image 2019

E’ disponibile per i Mac l’ultima versione del software di backup Acronis True Image 2019. Migliora la tecnologia di protezione dati anti-ransomware e nella versione Premium è disponibile la certificazione dei dati con tecnologia blockchain

Acronis propone l’ultima versione del suo software di backup anche per il Mac. La nuova edizione Acronis True Image 2019 sfrutta e conferma l’utilizzo di una tecnologia anti-ransomware basata sull’intelligenza artificiale e integrata in tutte le soluzioni di backup del vendor: così solo lo scorso anno sono stati bloccati più di 200.000 attacchi ransomware che hanno minacciato 150mila clienti.

Infatti, anche nell’edizione precedente era presente questa tecnologia, Acronis Active Protection, che continua a migliorare nel tempo (con l’estensione alla protezione ai dispositivi di rete e ai NAS), mentre Acronis True Image 2019 offre ora altre migliorìe specificatamente pensate per macOS, tra cui il sistema di autenticazione tramite tecnologie blockchain, tra queste anche possibilità di sicurezza e backup più flessibili ma comunque sicure anche rispetto alla proposta Time Machine di Apple.

Con Acronis Survival Kit è disponibile un sistema semplice come collegare un’unità esterna. Survival Kit contiene tutto ciò di cui un utente ha bisogno per ripristinare un sistema, dai supporti di avvio alla partizione di sistema e a tutti i relativi backup.

Acronis True Image 2019
Acronis True Image 2019

Per chi ama semplificarsi la vita e spendere solo un po’ più di tempo inizialmente per poi non pensarci più è stata pensata una creazione di backup ancora più semplificata, che però può essere personalizzata in modo molto granulare sfruttando le opzioni basate su trigger.

E inoltre True Image 2019 sfrutta l’API nativa di Parallels Desktop 14 di cui parleremo a fondo nei prossimi giorni per eseguire il backup anche delle macchine virtuali, così come di set di file avviati in quell’ambiente.

Un formato file-to-cloud migliorato aumenta l’affidabilità e le prestazioni dei backup online per Mac. Ciò significa che il già rapidissimo backup nel cloud (risultati confermati da test di vari laboratori indipendenti) è adesso ancora migliore.

Sui sistemi Mac è ora possibile clonare un disco di sistema anche mentre è in uso (su Windows questo era possibile già da diverse edizioni), e collegando un cavo USB Type C la migrazione avviene in modo decisamente rapido, con la possibilità di salvare su un’unità esterna una copia del sistema avviabile, comprensiva anche delle installazioni Bootcamp.

Agli utenti resta anche la possibilità di liberare facilmente spazio su disco selezionando le versioni non necessarie dei backup ed eliminando i file non necessari per conservare ciò che serve ed eliminare tutto ciò che non serve.

Sono disponibili tre edizioni di Acronis True Image 2019: la Standard rappresenta una licenza perpetua progettata per i clienti che memorizzano i propri dati solo su unità locali. Non sono incluse funzioni di archiviazione o basate su cloud. La tariffa base è di 49,99 euro per un computer.La Advanced è un abbonamento con 250 Gbyte di storage in cloud (la cloud Acronis) e l’accesso a tutte le funzionalità basate su cloud.

La tariffa base è di 49,99 euro all’anno per un computer. La Premium è un abbonamento di un anno con funzionalità anche di certificazione dei dati e firma elettronica. Qui intervengono le tecnologie basate su blockchain. Lo storage in questo caso è di un 1 TB sempre su cloud Acronis, il prezzo di 99,99 euro all’anno per un computer. E’ disponibile all’occorrenza storage aggiuntivo a pagamento.

Read also :