Synology: un cluster server-storage per l’high availability

Data storageStorage

I nuovi dispositivi RC18015xs+ e RXD1215sas possono realizzare una configurazione di high availability a doppio server con storage condiviso

Synology ha esteso la sua gamma di prodotti utilizzabili in configurazioni di high availability presentando il server RC18015xs+ e l’unità di storage RXD1215sas, che combinati insieme possono realizzare una architettura in cluster semplice ma con caratteristiche di alta disponibilità. Dal punto di vista hardware il RC18015xs+ è un classico server per rack 1U, adotta un processore Intel Xeon E3 quad-core con frequenza operativa di 3,3 GHz, è dotato di 8 GB di RAM espandibili a 32, ha 4 porte LAN Gigabit Ethernet e soprattutto la possibilità di installare una porta 10 Gigabit Ethernet usando uno slot PCIe.

La configurazione in cluster prevista da Synology
La configurazione in cluster prevista da Synology

La configurazione prevista per l’high availability prevede due server RC18015xs+ in configurazione attivo/passivo, connessi fra loro attraverso almeno una unità di storage RXD1215sas. I dati di produzione sono conservati sul sistema di storage e non sulle eventuali unitò disco integrate nei server. In caso di blocco del server principale i servizi attivi vengono passati automaticamente al server passivo. La robustezza del sistema è legata anche all’uso di diversi componenti ridondati tra cui alimentatori, moduli SAS, cavi di connessione SAS, ventole di sistema, porte LAN.

Il cluster formato dai RC18015xs+ e dal RXD1215sas è gestito da DiskStation Manager (DSM). Una configurazione per l’high availability richiede almeno due server RC18015xs+ e una unità di storage RXD1215sas, ma lo storage è ampiamente espandibile e nella configurazione più estesa può comprendere 15 unità. Questo corrisponde a un massimo di 180 dischi per un totale di oltre 1,4 petabyte di capacità grezza disponibile (usando dischi SAS da 8 TB).

L'unità di storage RXD1215sas
L’unità di storage RXD1215sas

Una particolarità dei cluster gestiti dai server RC18015xs+ è che usano Btrfs come file system, un’opzione che di solito non è presente in questa fascia di prodotti ma in sistemi più complessi. Rispetto ad altri file system Btrfs integra in modo nativo funzioni per il controllo dell’integrità dei dati e permette di eseguire snapshot in maniera più semplice.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore