Synology RackStation RS2418+/RS2418RP+, rack NAS con storage “tendente a infinito”

Data storageStorage

Fino a 288 Terabyte di storage disponibile e 64 Gbyte di Ram sono solo alcune delle potenzialità del nuovo rack NAS di Synology RS2418+/RS2418RP+ pensato per la media impresa che desidera backup sicuro anche da sedi distribuite, ma non solo…

I nuovi modelli RackStation proposti da Synology – RS2418+ e RS2418RP+ sono la medesima proposta ma con la variante RP che indica la disponibilità della configurazione in Redundant Power– sono NAS nel form factor rack con 12 vani disco 2U per capacità di storage davvero illimitate in relazione ai destinatatari di utilizzo di queste soluzioni che sono la piccola e la media impresa.

Per questo parliamo di storage “tendente a infinito”, perché in pratica le proposte supportano fino a 144 Terabyte di spazio in un unico telaio 2U ovviamente pronto a raddoppiare collegando rispettivamente un’unità RX1217 o RX1217RP.

Evidente è quindi come prima caratteristica quella della flessibilità non solo per lo storage espandibile ma anche per le possibilità di upgrade della memoria, il supporto per la cache SSD M.2 e NIC. Per le aziende è come disporre di un file server centralizzato che va ben oltre i servizi di backup – anche per aziende con sedi e postazioni distribuite – ed è anzi in grado di supportare i bisogni applicativi in diversi ambiti.

Synology RackStation RS2418+ e RS2418RP+

Per quanto riguarda l’offerta hardware questo rack NAS si presenta con una CPU quad-core C3508 Intel Atom e 4 Gbyte di Ram UDIMM DDR4 non-EEC, appunto espandibili fino a 64 Gbyte con quattro UDIMM ECC da 16 GB. Ogni rack dispone di quattro porte Gigabit Ethernet LAN plug-and-play previste come dotazione di serie ma ancora espandibili con interfacce NIC 10GbE tramite lo slot PCIe 3.0, per un throughput sequenziale complessivo di oltre 1.400 MB/s e 38.900 iSCSI IOPS casuali.

Tramite lo slot PCIe è possibile sfruttare la scheda di adattamento M.2 SSD che offrirà cache SSD veloce per le applicazioni che utilizzano intensivamente l’accesso ai database, e agevolerà l’accesso al file server contemporaneo per più utenti. Un altro ottimo ambito di utilizzo è quello per il videoediting.

Synology RackStation RS2418+ e RS2418RP+

Il sistema operativo di riferimento è ovviamente DiskStation Manager. Ne abbiamo parlato in più occasioni. Vorremmo però sottolineare come un dispositivo di questo tipo con il suo spazio di archiviazione e le sue caratteristiche è in grado anche di supportare diverse soluzioni di virtualizzazione, offrendo un’interfaccia di gestione semplificata, il cui utilizzo è davvero alla portata di tutti.

Synology offre queste potenzialità con l’integrazione di VMware vSphere 6 e VAAI per ridurre le operazioni di archiviazione e ottimizzare l’efficienza di calcolo; con Windows Offloaded Data Transfer (ODX) consente inoltre di velocizzare il trasferimento dei dati e la velocità della migrazione. E’ previsto anche il supporto per OpenStack Cinder che trasforma il Synology NAS in un componente di archiviazione basato sul blocco.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore