Storage . Il cuore europeo di Syneto batte forte in Italia

CloudData storageStorage

Tecnologie di archiviazione e di storage ibrido per Syneto

Syneto ha da poco lanciato la sua più recente linea di prodotti con una soluzione totalmente nuova e due ampliamenti : archiviazione, storage ibrido e sistemi all flash. Nei giorni scorsi il gruppo dirigente della società era in Italia per presentare il suo nuovo programma di canale.

profile-marco-lorenzi
Marco Lorenzi , CEO di Syneto

Syneto è in un momento di crescita ( “tutta puramente organica e senza acquisizioni”) e ha raggiunto una compagine di quaranta persone. Come ha spiegato a Techweekeurope.it Marco Lorenzi, CEO e cofondatore di Syneto, la società (nata nel 2008) ha una storia intrecciata con quella sua personale che ha poi trovato sbocchi in Romania ( sviluppo software) per affrontare di recente anche il mercato del nord America attraverso i rapporti della sua filiale irlandese.

E’ una società fatta di tecnici dello storage appassionati nell’usare questo strumento per “sfidare” quello che viene definito come lo status quo del mercato storage a favore delle PMI che vengono spesso sopraffatte da prezzi inavvicinabili, offerte complesse e lontane dalle reali necessità . Tuttavia le piccole aziende sono spesso alla ricerca di soluzioni molto sofisticate e gestibili senza richiedere la presenza di personale IT specializzato. Le armi che Syneto ha messo in atto sono tre: l’effetto leva garantito dalle tecnologie open source, l’utilizzo di hardware general purpose, ma messo a punto in funzione del progetto da realizzare, e un approccio allo storage moderno ovvero come si dice ora “software defined”.

“ Supporto e fine tuning – non solo hardware- fanno la differenza. Consulenza e integrazione danno valore alla soluzione – così si esprimono in Syneto – Un’architettura di software defined storage va messa a punto. In sostanza si tratta di prendere il controllo dei dati e delle informazioni aziendali con intelligenza al servizio del processo decisionale delle aziende”.
Lo sviluppo in Italia si basa sulla presenza di due distributori specializzati – Techne Security e Aries – (“realmente a valore aggiunto e in grado di seguire da vicino partner e aziende”) oltre a un centinaio di rivenditori. Oltre alla realizzazione del sistema VDI per le aule dell’Università degli studi di Milano, altre realizzazioni con storage Syneto sono presenti presso CNR, Agid e Provincia di Roma.

syneto-storage
Syneto è stata selezionata infatti per la progettazione e installazione di una nuova infrastruttura di cloud privato e il consolidamento dell’infrastruttura desktop virtuale (VDI) dell’Università Statale di Milano .
Per la realizzazione è stata scelta la serie Extreme 220 che “ ha ridotto sensibilmente il tempo necessario all’università per la gestione dello storage, da un’ora per desktop a soli pochi minuti per l’intero parco di 200 desktop, mentre la serie Ark , dotata di tecnologie cloud integrate, è in grado di proteggere più di 36 TB di dati e offre un tasso di riduzione dei dati 3 volte superiore grazie alla costante deduplicazione a livello di blocco e compressione dei dati in linea”.

In fase di progetto gli obiettivi da raggiungere messi a punto dalla divisione Sistemi Informativi della università erano due creare: un cloud privato per consolidare e salvaguardare i dati dell’università e introdurre una soluzione VDI che migliorasse l’efficienza e riducesse il tempo necessario per la gestione e la manutenzione del centro dati. I dati originali (come la ricerca) devono confluire all’interno di un cloud privato per poter essere direttamente archiviati e protetti.
Il progetto implicava l’offerta di compressione, deduplicazione e integrazione VMware in linea, un sistema di archiviazione con capacità di self-healing, e un efficace sistema di protezione dei dati.Inoltre la serie Ark di Syneto si è integrata con il software UnimiBox preesistente, sviluppato internamente dall’università.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore