Schede di memoria. SanDisk acquisisce le schede acceleratrici flash di Fusion-IO

Data storage

Fusion-IO viene acquisita da SanDisk per 1,1 miliardi di dollari

Il consolidamento tocca anche il mercato delle schede di accelerazione flash : è il momento di Fusion-IO che viene acquisita da SanDisk per 1,1 miliardi di dollari. Si tratta di un fenomeno di consolidamento in ambito storage che è stato particolarmente violento proprio nel settore delle schede di memoria e di accelerazione. Violin Memory ha ceduto le sue schede flash in formato PCIe  a SK Hynix.

violin-memory

 

Seagate ha acquisito da Avago le divisioni Accelerated Solutions Division (ASD) e Flash Components Division (FCD) di LSI. Giganti dell’IT come EMC o IBM hanno acquisito rispettivamente XtremIO e Texas Memory. In effetti da sempre EMC è uno dei vendor più attivi nell’area dei dischi allo stato solido : L’offerta di EMC di SSD copre gli storage array VMAX , VMAXe, VNX, VNXe e Isilon . L’offerta prevede anche schede PCIe in grado di sostituire hard disk da 3 pollici e mezzo dotate del software di ottimizzazione VFCache

fusion-io

Fusion-IO , un pioniere delle schede di accelerazione appetito da molti ha siglato un accordo preliminare che prevede l’acquisizione da parte di SanDisk per 1,1 miliardi di dollari . L’operazione dovrebbe concludersi nel terzo trimestre di quest’anno.

Fusion-IO è stata fondata nel 2006 ed è entrata nelle cronache nel 2009 con l’ingresso di Steve Wozniack , cofondatore di Apple, con il ruolo di direttore tecnico. Il suo fatturato è attorno ai 400 milioni di dollari. Di questi, 120 milioni di dollari sono subito investiti in ricerca e sviluppo. La gamma più recente di schede Fusion-IO porta il nome di Atomic con una capacità di storage che può arrivare a 6,4 Tera. Le schede sono disponibili in vendita OEM presso HP, IBM ( Lenovo) , Dell e SuperMicro. Fusion-IO per le sue schede ad alta capcità ha lavorato in partnership con diversi fornitori di database come MySQL (Oracle), SQL Server (Microsoft), MariaDB o Percona. Al momento dell’acquisizione Fusion-IO stava lavorando anche alla costruzione di un proprio chassis per le sue schede in modo da proporre una appliance di storage autonoma.

 

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore