EMC per la continuità della data protection aggiorna il backup e la deduplicazione

Data storage

EMC aggiorna più componenti della sua Data Protection Suite. Sono toccate le soluzioni Avamar, Mozy, Networker, oltre al nuovo OS Data Domain

EMC ha annunciato alcuni aggiornamenti alla sua offerta di prodotto riguardante la data protection: in particolare l’integrazione con diverse piattaforme applicative di virtualizzazione per i prodotti di backup Avamar e Networker , un nuovo Data Domain Operating System e una versione software virtualizzata della soluzione di storage Vplex. Il tutto sotto l’ombrello della Data Protection Suite che si compone dei software Avamar , Networker, di Data Protection Advisor , Mozy ( servizio di backup in cloud) e SourceOne .

Infatti l’annuncio arriva a segnalare una vision che porta EMC a parlare di un continuum di data protection che parte dal backup fino all’archiviazione sullo scenario di un data center sempre più definito via software. Il concetto di data protection in continuità permette alle aziende di valutare diversi livelli di protezione dei dati a partire da quello minimo del backup su dati che sono conservati on premises oppure nel cloud.

emctab

A livello di mercato per EMC su tratta di svincolarsi da un’offerta puntuale di prodotti di backup permettendo al clientela all’interno della Data Protection Suite di accedere alle diverse funzionalità di prodotto attraverso un modello unificato di licenze. Se da un lato Networker si integra con le funzioni di recovery e di gestione di Micrsoft System Center , il software di backup Avamar si integra con l’ambiente Vmware attraverso vCloud Director.

Sul fronte Data Domain , , il cui sistema operativo si aggiorna per la gestione anche di un milone di oggetti , va rilevata l’apertura del software di deduplicazione verso applicazioni come SAP HANA, Microsoft SQL Server e IBM DB2. La piattaforma di   virtualizzazione dello storage Vplex ottiene una Virtual edition con integrazione in ambienti Vmware.

In uno scenario in cui il backup sembra sparire come funzione a sé all’interno di una concetto più vasto di protezione dei dati, EMC riprende da IDC il concetto di una terza piattaforma di storage dei dati che – all’opposto della seconda ( sistemi legacy che tuttavia le aziende devono pur sempre gestire) – si sposta verso un insieme distribuito di storage su dispositivi mobili, in cloud, ecc. Per EMC la leva di questa trasformazione verso un mondo software-defined sono le funzionalità di virtualizzazione introdotte con i nuovi prodotti.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore