Orizzonte Cloud OS per Microsoft che presenta SQL Server 2014

Data storageDatabaseSoftware

SQL Server 2014 è una piattaforma dati che fa leva su tecnologie in-memory per garantire la gestione e l’analisi di dati eterogenei in tempo reale

Microsoft ha rilasciato con SQL Server 2014 una nuova versione del database che punta a sviluppare all’interno delle aziende una modalità facile di elaborazione delle informazioni. Dal punto di vista tecnico va segnalato l’utilizzo di un motore in memory per l’online transaction processing (OLTP) che si integra con SQL Server. Secondo i trend più moderni il database di Microsoft punta a prestazioni veloci e al trattamento di informazioni non strutturate in raccolta da varie fonti esterne all’azienda, con l’ottica della trasformazione tramite IT delle attività aziendali.

mgartnerquadrant

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dal punto di vista strettamente interno dell’offerta Microsoft, rappresenta un passo in avanti verso quel nuovo orizzonte tecnologico – Cloud OS – che deve fornire una piattaforma architetturale coerente per l’infrastruttura IT interna alle aziende, le applicazioni e i dati che si aprono al di fuori del data center fino ad abbracciare sia le infrastrutture dei service provider in hosting sia il public cloud Azure.

L’uniformità di gestione dell’IT attraverso tutte le forme del cloud è l’arma di Microsoft ( ma non solo ) per offrire alle organizzazioni l’opportunità di proteggere , sfruttare e far scalare i dati più importanti tra desktop, device mobili, data center , cloud privati , pubblici e ibridi. . La nuova versione di SQL Server rappresenta una piattaforma dati ibrida che fa leva su tecnologie in-memory per garantire la gestione e l’analisi di enormi quantità di dati eterogenei in tempo reale e consente ad aziende di qualsiasi settore e dimensione di progettare e sviluppare in modo semplice e accessibile applicazioni mission-critical, soluzioni Big Data e strumenti di BI on premise o in cloud. Semplificando, le operazioni logiche di I/O eseguite direttamente in memoria sono più veloci di quelle che richiedono un trasferimento dallo storage del sistema . In SQL Server 2014 l’engine in memory essenzialmente esegue le interamente le operazioni di I/O sulle tabelle selezionate direttamente dalla memoria. I tecnici di Microsoft tengono a sottolineare che da un lato la tecnologia in memory era presente in SQL server già dalla versione 2008 , ma dall’altro i miglioramenti sotto questo aspetto in SQL Server sono sostanziali e lo mettono in una posizione unica sul mercato integrando transaction processing, datawarehousing e funzionalità di BI.

A livello più specializzato per il mondo Big Data , Microsoft propone un Analytics Platform System (APS) che combina il meglio del database SQL Server e della tecnologia Hadoop in un’offerta low-cost per offrire una soluzione “Big Data in a box”.

Power_BI_A-611x338

Ma i tecnici tengono a sottolineare anche la continuità di SQL Server con la visione da sempre sostenuta da Microsoft che si potrebbe definire di democratizzazione delle attività di Business Intelligence , con la distribuzione dei suoi strumenti anche verso addetti non estremamente specializzati,

 

In sostanza SQL Server si segnala rispetto ad altri strumenti aziendali per la capacità di inserire contenuti di intelligenza in tutte le forme di dati, grandi e piccoli, interni ed esterni, e nello stesso tempo di erogare una business intelligence da consumare con semplicità attraverso i tool di produttività più familiari per l’utente aziendale, Excel in primis. Entrano dunque in gioco gli strumenti di Power BI for Office 365 . E il legame con SQL Server diventa subito evidente se si pensa che il motore di analisi di Power BI sfrutta la medesima tecnologia che muove il database. In altre parole Power BI fa leva sulle capacità di BI e analytics di SQL Server in maniera trasparente per l’utente. Qualunque utente di Excel può ricorrere a Power BI quando necessita di una BI self service. La familiarità con l’interfaccia Excel permette a Power BI di lavorare via cloud su software e servizi per creare reportistica di pronto uso.

PowerMap

Power BI fa leva su Excel per rendere più maneggevoli dati talvolta ingestibili anche da un power user tramite una collezione di funzioni e servizi che insieme permettono di visualizzare dati , condividere scoperte e collaborare.

 

 

Inoltre Power Query for Excel rende più semplice per chiunque scoprire dati attraverso un tradizionale foglio di calcolo.

Microsoft cita due testimonianze per sottolineare da un lato le qualità di performance in ambito transazionale di SQL Server ( Bwin) e dall’altro la flessibilità e le capacità di collaborazione su database all’interno di un ciclo progettuale complesso e tutto custom . Infatti Permasteelisa, un’impresa di ingegneria delle costruzioni , partendo dalla necessità di consolidare molteplici database e server a supporto di applicazioni mission critical ha scelto di adottare il nuovo SQL Server 2014.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore