L’Aurora di Amazon è disponibile per tutti

Data storageDatabase

Amazon Aurora, presentato a Novembre è ora disponibile per tutti i clienti. Compatibile con MySQL permette di beneficiare delle performance dei database proprietari ma abbattendo i costi, per implementarlo basta accedere alla consolle Amazon AWS

A novembre per la prima volta abbiamo presentato Aurora di Amazon, si tratta di un motore di database compatibile con MySQL per Amazon Relational Database Service (RDS). Da novembre ad oggi circa un migliaio di clienti AWS, tra cui aziende globali e startup, secondo il venditore, avrebbero potuto vedere in anteprima come Amazon Aurora sia in grado di fornire prestazioni fino a cinque volte migliori rispetto al tipico database MySQL, migliore disponibilità rispetto ai database commerciali, migliore sicurezza, scalabilità e disponibiltà a un costo decisamente inferiore.

Allo stesso modo i clienti che ne hanno fruito in anteprima hanno potuto apprezzare le doti di scalabilità, sicurezza e affidabilità, tanto più in contesti come Iot, e le applicazioni mission critical. Aurora permette di non dovere più ricorrere a compromessi lasciando ai clienti la possibilità di fruire dei benefici di un database opensource ma con la stessa affidabilità e con gli stessi servizi di un motore ‘proprietario’. In pratica Aurora replica automaticamente i dati su diverse Availability Zone e fa un back up continuo su Amazon Simple Storage Service (Amazon S3), studiato apposta per garantire una durabilità del 99.999999999% senza impattare sulle prestazioni.

Amazon Aurora
Amazon Aurora per RDS secondo il vendor consente un risparmio fino a 10 volte, rispetto a un engine database proprietario

Amazon Aurora è in grado di riconoscere e recuperare automaticamente i principali guasti che possono avvenire in un database senza fare crash recovery e senza ricostruire la cache del database. Aurora monitora lo stato delle istanze e se identifica un problema, sostituisce automaticamente l’istanza danneggiata con un duplicato senza perdere i dati.

Raju Gulabani, Vice President, Database Services, AWS, spiega: “I database di classe enterprise commerciali sono molto costosi, con una serie di ‘blocchi’ e di limitazioni anche in termini di licenze, e in Amazon ci capita di frequente di incontrare clienti che vorrebbero liberarsi da questa sorta di limite, da qui la nostra proposta” che ora va in mainstream dopo essere stata provata in questi mesi da non pochi clienti tra cui negli Usa la Pacific Gas and Electric, Zumba, e Earth Networks.

Amazon Aurora è disponibile ora per tutti i clienti come motore per Amazon RDS negli Usa, ma anche nelle regioni EU e nei prossimi mesi in tutte le altre zone coperte dai servizi Amazon RDS. La conversione da MySQL a Amazon Aurora è possibile direttamente dalla consolle di gestione AWS Management Console.

 

Read also :