Ctera Networks aggiorna alla versione 4 la sua piattaforma di cloud storage

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Questa nuova release arricchisce la presenza della società nelle applicazioni per la sincronizzazione e la condivisione dei file

Come preannunciato , Ctera Networks ha presentato la versione 4.0 della propria piattaforma per il cloud storage dotata di nuove funzioni per la sincronizzazione e la condivisione protetta dei file, la sicurezza mobile e il supporto degli SLA nel cloud storage. La piattaforma Ctera unisce gateway per il cloud storage on-premise e agenti per gli endpoint offrendo a imprese e service provider la possibilità di erogare servizi cloud storage scalabili facenti leva sulle infrastrutture storage sottostanti di vendor quali EMC, IBM e altri.

La versione 4.0 aggiunge molte funzioni all’intera suite applicativa , con particolare attenzione a un client unificato per attività di sincronizzazione, condivisione e backup di file, e collaborazione mobile sicura. Con la nuova release Ctera offre ora policy SLA “per tenant “che controllano in quale area storage vengono archiviati i dati di ciascun utente, un più esteso supporto di piattaforma per il backup dei server virtuali, e un’ampliata scalabilità a supporto di ambienti con centinaia di migliaia di utenti.

Le nuove funzioni sono disponibili nella release 4.0 della piattaforma cloud storage di Ctera, attualmente implementata presso clienti in early availability e disponibile a livello generale a partire dal prossimo trimestre.

L’annuncio è stato coì commentato da Donato Antonangeli, Regional Sales Director di Ctera Networks Italia. “Come emerso dalla fotografia scattata nella Ricerca 2013 dell’Osservatorio Cloud & ICT as a Service della School of Management del Politecnico di Milano la spesa del cloud in Italia cresce più dell’ICT ed è la via concreta per tornare ad essere competitivi“. In particolare la ricerca evidenza come la spesa nelle PMI in Italia ha una dinamica positiva con una crescita rilevata del 16%. L’evoluzione del cloud resta comunque inferiore alle aspettative di analisti ed esperti con una crescita dell’8% in meno rispetto ai Paesi più evoluti. Nell’ultimo anno le funzioni di sincronizzazione e la condivisione dei file hanno attirato grande interesse, ma le aziende che intendono implementare internamente un servizio di questo tipo devono ancora affrontare numerose difficoltà. In un recente studio condotto sull’Enterprise File Sync and Share (EFSS), Gartner consiglia che le imprese considerino tra i criteri fondamentali di acquisto l’integrazione, la collaborazione, la mobilità e la sicurezza prima di scegliere un vendor EFSS, e che optino per una soluzione EFSS sufficientemente flessibile da funzionare su infrastrutture fisiche o virtualizzate piuttosto in ambienti cloud pubblici.

Read also :