Corsa sui nastri a 1 Tb fra Sun e Ibm

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Entrambe le aziende, a breve distanza l’una dall’altra, hanno annunciato nuovi dispositivi ultracapienti

Ingaggiando a distanza un duello sulla velocità, tanto Sun quanto Ibm hanno annunciato l’imminente arrivo di lettori a nastro capaci di memorizzare 1 Tb di dati.

Con il T1000B (Lto-4), che sarà commercializzato sotto il marchio StorageTek, Sun afferma di aver raddoppiato la capacità del suo predecessore, il T1000, che a detta del costruttore è oggi utilizzato da un migliaio di clienti nel mondo. Il tasso di trasferimento del T1000B può raggiungere anche i 120 Mb/s. Il prodotto sarà disponibile il mese prossimo a un prezzo di 37mila dollari, con interfaccia Fc. I nastri saranno forniti da Imation.

Sun ha potuto beneficiare solo per poche ore del vantaggio acquisito su Ibm. La quale si è affrettata a promettere il Ts1130, anch’esso con capacità da 1 Tb, ma dotato di tasso di trasferimento fino a 160 Mb/s. Il modello succede al Ts1120 (da 700 Gb) ed è previsto in uscita a settembre, per un prezzo di 39mila dollari. Un aggiornamento del parco installato dovrebbe aggirarsi sui 20mila dollari.

I due costruttori hanno rafforzato i rispettivi annunci con l’integrazione della scrittura su dischi Worm, supporti che rispondono meglio ai limiti regolamentari della tracciabilità. La coppia di annunci arriva nel momento in cui lo storage su nastro sta vivendo una nuova fase di notorietà. Giudicati fino a qualche tempo fa superati dai dischi, i nastri stanno riacquistando interesse grazie alle loro minori necessità in termini energetici. Inoltre, lo storage su nastro è stimato avere un costo inferiore di sette voltre rispetto a quello su disco. Per il futuro, si attende l’arrivo del formato Lto-5, che dovrebbe consentire di memorizzare fino a 1,6 Tb.

Read also :