Come la Data Fabric di NetApp sfrutta l’Intelligenza Artificiale

Data storage

Le novità di servizi e soluzioni della Data Fabric di NetApp che consentiranno alle aziende di mettere a terra i benefici dell’AI a livello di edge, core e cloud

Arriva una carrellata di nuovi servizi e soluzioni dati per estendere le potenzialità di NetApp Data Fabric dall’edge al cloud in modo da consentire alle aziende di mettere a terra le potenzialità dell’Intelligenza Artificiale (AI).

Secondo Gartner, l’AI sarà una delle cinque priorità di investimento più importanti per oltre il 30 percento dei CIO entro il 2020, mentre IDC afferma che quasi il 75 percento degli sviluppatori si dedicherà alla definizione di funzionalità AI nelle proprie app.

Le aziende pianificano di utilizzare l’AI per creare opportunità di business nuove e innovative alimentate da dati diversificati, distribuiti e dinamici, ma sono anche consapevoli che i loro dati più preziosi sono intrappolati in silos, e sfruttarli sembra essere troppo costoso.

In questo contesto si inseriscono gli annunci di riferimento: Ontap 9.5, Max Data, StorageGrid SG6060, NetApp Solution Support for FlexPod e Flash Performance Guarantee.

NetApp vuole offrire scalabilità per soddisfare le capacità di apprendimento approfondito e i requisiti relativi alle performance, ma lasciando anche la libertà di scegliere se utilizzare l’AI on premise o su qualsiasi altra tipologia di cloud.

Ontap 9.5

Il software NetApp Ontap 9.5 aiuta le aziende a modernizzare i propri servizi dati con soluzioni che offrono un’integrazione del cloud leader del settore, le più elevate performance all-flash e una maggiore efficienza e semplicità.

ONTAP AI sfrutta il NetApp Data Fabric per unificare la gestione dei dati attraverso la pipeline con un’unica piattaforma

L’OS di NetApp offre performance elevate e latenza costantemente bassa, accelerando i carichi di lavoro critici con funzionalità NVMe end-to-end leader del settore; unifica la gestione dei dati in tutti gli ambienti di storage: tecnologia flash, disco e cloud; automatizza il tiering di set di dati con scalabilità di petabyte per gli archivi di oggetti nel cloud oppure on-premise; riduce i costi di implementazione di soluzioni per la business continuity multisito; accelera le performance in lettura, memorizzando i set di dati nella cache all’interno di un cluster e in siti remoti e aumenta i risparmi offerti dall’efficienza dello storage fino al 15 percento per le applicazioni di database relazionali.
Ontap 9.5 aumenta infine le performance mediante il tiering automatico dei dati tra sistemi AFF e NetApp MAX Data sui server.

Max Data e Flash Performance Guarantee

Max Data consente di incrementare le performance applicative senza dover riscrivere il codice dell’applicazione e accelera il recovery dei dati delle applicazioni con servizi di data protection per la memoria persistente nei server.

Max Data è la prima soluzione del settore a sfruttare la memoria persistente nei server per offrire una latenza molto bassa simile alla memoria e una capacità simile alla tecnologia flash.

NetApp offre la prima garanzia di latenza del settore che consente ai clienti di utilizzare le applicazioni AI con la sicurezza di una bassa latenza prevedibile. Unica nel settore, la garanzia di performance offre una latenza costante di 500ms o inferiore e consente alle aziende di ridurre costi e rischi implementando la tecnologia flash in totale sicurezza.

Con StorageGrid SG6060, NetApp propone una soluzione di storage a oggetti con accelerazione flash per rispondere alle esigenze di carichi di lavoro dalle performance elevate e con alta concorrenza per ambienti di apprendimento automatico, big data analytics e IoT. Insieme a Ontap FabricPool, i clienti dispongono di funzionalità di gestione dei dati best-in-class, godendo al tempo stesso dei risparmi offerti dallo storage a oggetti.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore