Santoni (Sap): L’IT cambia il modo di fare impresa

Business intelligenceCollaborationData storageEnterpriseErp e CrmSoftware

Per Sap il 2010 è stato un anno positivo per i progetti di BI legati alle grandi aziende e ai percorsi di internazionalizzazione delle medie realtà italiane. Agostino Santoni, amministratore delegato di Sap Italia, punta su un’azienda più democratica

A conclusione dell’ormai tradizionale evento a Cernobbio sul lago di Como (la Sap Executive Conference), battezzato quest’anno IT Democracy, Agostino Santoni, amministratore delegato di Sap fa il punto sui processi in atto nella sua azienda. Un’azienda che, grazie anche alle importanti acquisizioni degli scorsi anni di BusinessObjects e di Sybase ha cambiato la sua proposizione sul mercato, da focus sulla gestione dei processi Erp alla gestione complessiva dei dati (eredità di BO) anche in mobilità (eredità di Sybase). “Siamo cresciuti bene nel 2010 sui grandi clienti che hanno investito in progetti di Business Intelligence – precisa Santoni – e abbiamo lavorato con soddisfazione nelle medie aziende italiane che hanno dato vita a progetti di internazionalizzazione e di collaborazione con realtà estere”. Ma non solo: un terzo ambito interessante è stato quello dei processi di riorganizzazione delle aziende a valle di acquisizioni, soprattutto in ambiti bancario e utilities. Acquisizioni che non sono certo mancate.

Se nelle medie aziende profittevole è stato il programma Fast Start, al punto che Clara Covini responsabile delle pmi italiane d’ora in avanti avrà un ruolo anche sui mercati europei, si attende per le aziende più grandi un volano dall’annuncio di BusinessObjects 4, previsto per aprile, che abiliterà ulteriori nuovi progetti.

Nuovi progetti che vertono, secondo Santoni,  anche su un innovativo modo di  concepire l’azienda. Se lo scorso anno a Cernobbio il tema della sostenibilità aveva tenuto banco, quest’anno il tema dell’ IT Democracy sta ad indicare quanto la tecnologia possa cambiare il modo di fare impresa e modificare gerarchie e rapporti fra collaboratori“Le aziende devono innanzitutto aprirsi verso l’interno – precisa Santoni – perché c’è una sorta di personal business responsibility che guida i singoli ad agire responsabilmente all’interno delle organizzazioni per raggiungere  gli obiettivi comuni”.

Agostino Santoni, amministratore delegato di Sap

Tra questi anche nuovi investimenti. I manager delle 83 aziende presenti sul lago (non solo Cio, ma anche Cfo e direttori commerciali), solleticati sulla questione scottante dei budget dedicati all’innovazione, hanno risposto che aumenteranno di “molto” i budget per progetti innovativi rispetto al 2010, soprattutto in area BI e collaboration, e prenderanno  in considerazione il mobile come nuova linea di investimenti. Mentre chiedono ancora chiarezza su cosa significhi realmente Cloud, e su quali siano le proposizione delle varie offerte. “Tutti ne parlano ma non è banale come il cloud possa combaciare con ragionamenti di business – conclude Santoni -. Questa richiesta  deve fare riflettere”. Ovviamente, non solo Sap.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore