Qlik Sense verso una BI di seconda generazione

Business intelligenceData storageSoftware

Qlik Sense indirizza le esigenze di una BI self service

Il problema della Business Intelligence in azienda: chi ”capisce” il dato non è il tecnico IT, chi lavora sui dati usa da sempre Excel , d’altra parte i risultati vanno affidati e indicizzati da un motore di ricerca che lavori in modo sicuro sulle informazioni.
Come se ne esce? In questo momento i vendor, prima fra tutti Microsoft con le estensioni di Excel come Power BI, propugna il messaggio di una ”democratizzazione “ della BI , alias una diffusione anche ai piani bassi operativi della società di tecniche apertee facile da usare per l’analisi delle informazioni. Altri punti di vista sono offerti da sistemi di visualizzazione e reportistica open oppure da qualche azienda che percorre strade alternative.

bombini3

Una di queste strade sembra essere stata imboccata da tempo da Qlik che ha annunciato Qlik Sense . Per usare le parole di Rosagrazia Bombini , managing director per l’Italia di Qlik , Qlik Sense “è la prima piattafroma di BI self service”. Spiega Bombini: “ Qlik Sense indirizza finalmente le esigenze di una BI self service svincolata da un IT vincolato ai database e a servizi di analisi precostituiti. Con QlikSense si allargano i confini delle scoperte per un utente business che è in grado di creare da zero le sue analisi”.  .Preceduta da una versione desktop gratuita, la soluzione Qlik Sense è uno strumento di visualizzazione e scoperta dei dati, indipendente dai dispositivi, studiato per ottimizzare le performance e la governance in ambito aziendale.

Fa parte del progetto QlikView.Next e fa leva su un motore d’indicizzazione dei dati brevettato da Qlik per dare agli utenti la possibilità di esplorare grandi quantità di dati e le relazioni che esistono tra essi senza nessun tipo di restrizione, individuando le connessioni nascoste che altrimenti potrebbero passare inosservate.

Qlik Sense offre una user experience intuitiva grazie alla tecnologia drag-and-drop per la visualizzazione e l’esplorazione. Nella versione desktop utilizza un client Windows stand-alone. Gli utenti meno esperti possono iniziare semplicemente trascinando un documento di Excel all’interno dell’applicazione oppure attingendo dalle fonti di dati disponibili in azienda. Qlik Sense Desktop è gratuito sia per uso personale che aziendale, senza limiti al numero di applicazioni che possono essere create o restrizioni per la condivisione di file.

qliksense1

L’offerta completa di Qlik Sense è basata su server e consente lo sviluppo lato server da qualsiasi dispositivo, un uso flessibile dei dispositivi mobili, collaborazione, personalizzazione, condivisione e integrazione dei dati. Offre inoltre funzionalità di livello enterprise, sicurezza e governance dei dati e delle applicazioni. Tutti i prodotti Qlik Sense indicizzano i dati per consentire agli utenti di iniziare immediatamente l’esplorazione e la visualizzazione delle informazioni. Nella fase di visualizzazione dei dati viene riconosciuto dinamicamente il dispositivo da cui opera l’utente e il report si adatta automaticamente grazie alla tecnologia HTML5.

Oltre a Qlik Sense per la visualizzazione interattiva, Qlik continua a offrire la sua piattaforma QlikView, per consentire anche agli analisti con poca esperienza di sviluppare e pubblicare potenti applicazioni analitiche. Il posizionamento della nuova soluzione di basa sulla convinzione che chiunque, all’interno di un’azienda, dovrebbe essere messo nelle condizioni di poter creare in modo semplice dashboard dinamiche utili per esplorare i dati e scoprire informazioni strategiche significative. Per citare Lars Björk, CEO di Qlik. “Quando abbiamo deciso di creare Qlik Sense, abbiamo immaginato un mondo in cui i dipendenti aziendali, senza particolari competenze in ambito informatico e da qualsiasi dispositivo, potessero creare rapidamente analisi dal grande impatto visivo per esplorare teorie, dimostrare ipotesi e scoprire nuove tendenze in grado di mutare la direzione del proprio business”. Insomma se “QlikView ha permesso alla BI di passare dal back-office alla prima linea, dal momento che gli analisti sono riusciti a creare potenti strumenti di analisi per qualsiasi processo di business, ora, con Qlik Sense, ci rivolgiamo al desiderio diffuso di visualizzare rapidamente dati, dashboard e ottenere una reportistica visiva. Questa combinazione fornisce alle imprese un più ampio accesso alla visualizzazione e alla scoperta dei dati che può essere sfruttato per migliorare i risultati delle aziende”.
Ma c’è un altro tema importante che si muove sotto traccia nella nuova soluzione. Qlik Sense pone al centro l’esperienza sociale e la collaborazione aziendale. I team e i gruppi di lavoro possono lavorare insieme condividendo collettivamente le analisi in qualsiasi momento, ovunque e su qualsiasi dispositivo.
Il Data Storytelling consente a più utenti di condividere su qualsiasi dispositivo le proprie conoscenze in formato di presentazione. .

Società svedese trapiantata negli Stati Uniti Qlik opera attraverso partner , ma dispone anche di accordi OEM. Il più recente riguarda Tagetik, azienda che opera nel mercato delle soluzioni software per il Performance Management, il Disclosure Management, la Financial Governance e la Business Intelligence, Grazie alla partnership, Tagetik e Qlik hanno sviluppato l’integrazione delle proprie piattaforme software di Performance Management e Business Intelligence .

 

 

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore