Il machine learning aiuterà le applicazioni fintech

Business intelligenceData storage

Una ricerca Juniper Research indica che il settore fintech farà intensamente uso delle piattaforme di machine learning, specie nella valutazione del credito

Juniper Research ha condotto uno studio secondo cui tra gli utenti più “intensivi” delle piattaforme di machine learning ci sarà presto il mondo fintech, ossia le imprese che offrono servizi e prodotti finanziari usando tecnologie innovative con l’obiettivo di sostituirsi agli operatori tradizionali, in primis le banche. Secondo Juniper la spesa delle imprese fintech in machine learning è destinata ad aumentare fortemente nei prossimi cinque anni, grazie al fatto che la natura stessa del loro business è incentrata principalmente sull’elaborazione approfondita delle informazioni finanziarie del mercato e dei clienti.

Secondo gli analisti, a frenare la diffusione del machine learning nel mondo finanziario è stata una questione economica: usare sistemi propri di apprendimento richiedeva investimenti troppo onerosi per aziende come quelle del mondo fintech, che sono quasi sempre “giovani”. Come termine di paragone, Juniper stima che i principali vendor del settore AI/ML abbiano investito in ricerca e sviluppo circa 83 miliardi di dollari nel solo 2015.

Oggi le cose sono cambiate per le aziende interessate al machine learning, spiega Juniper. È possibile avere accesso a sistemi distribuiti la cui potenza elaborativa scala in base alle necessità dell’utente e sono disponibili anche i grandi dataset che servono per addestrare gli algoritmi di apprendimento. Tutto questo permette la diffusione del machine learning in un campo che ne ha bisogno: secondo Steffen Sorrell, autore della ricerca Juniper, “gli analytics applicati ai Big Data offrono una business intelligence retrospettiva, il machine learning offre funzioni predittive e persino prescrittive“.

La distribuzione del mercato del ML applicato alla valutazione dei finanziamenti (nel 2021)
La distribuzione del mercato del ML applicato alla valutazione dei finanziamenti (nel 2021)

Tra le applicazioni del machine learning in ambito fintech, Juniper vede le maggiori possibilità di sviluppo nella valutazione dei finanziamenti ai privati. Le piattaforme che offrono funzioni in questo senso dovrebbero vedere il loro giro d’affari crescere di quasi dieci volte da qui al 2021, anno in cui dovrebbero avere ricavi per circa 17 miliardi di dollari.

In quest’ambito gli algoritmi di machine learning acquisiranno dati da varie fonti (finanziarie e non) per valutarli e decidere se assegnare o meno un finanziamento. Questo secondo gli analisti ampia il mercato potenziale delle aziende fintech, che rispetto alle banche non hanno a disposizione una “storia del credito” del singolo cliente e potrebbero per prudenza negare finanziamenti anche a chi in effetti ha un basso profilo di rischio.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore