BladeCenter Pn41 alletta i service provider

Data storage

L’ultimo nato della famiglia di Ibm combina potenza e sicurezza, convogliando un ricco ecosistema tecnologico sviluppato dalle sue terze parti

Novità da BigBlue, che in occasione della conferenza Itu Telecom Asia ha presentato al pubblico dei service provider e dei gestori di data center di tipo enterprise un nuovo modello di motorizzazione che probabilmente sarà rilasciato già a partire dal prossimo mese.

BladeCenter Pn41, infatti, è un nuovo server a lame che supporta la tecnologia CloudShield, applicazione che consente di analizzare il traffico di rete in tempo reale dando così la possibilità di prevenire virus e attacchi. Esamimando i pacchetti dei dati che viaggiano attraverso Internet e, più in generale, tutto il traffico basato su Web la tecnologia CloudShield rende anche possible la prioritizzazione delle attività legate al networking come, ad esempio, il video sharing, minimizzando il delay percepito dall’utente finale. Ibm propone dunque un’unica piattaforma integrata che consente ai service provider di gestire sia il network che la sicurezza e le telecomunicazioni, offrendo una potenza che prmette di offrire ai clienti finali servizi avanzati che rispondono senza problemi alla crescente domanda che coinvolge un volume di traffico sempre più consistente di dati, voce e video.

BladeCenter Pn41 e il suo equipaggiamento software rappresentano una componente chiave dell’offerta Ibm; il corredo applicativo include anche una tecnologia di intrusion prevention e Tivoli Security Operations Manager. Il produttore ha fondato attorno a questa macchina un ecosistema tecnologico che permette, attraverso l’integrazione di tecnologie sviluppate da terse parti, un ricco portafoglio d’offerta. Nel caso di CloudShield, ad esempio, Ibm supporta Subscriber Services Manager e le applicazioni Dns Defender con tutto l’ambiente di sviluppo correlato. Di CheckPoint vengono proposte le tecnologie di accelerazione deniminate SecureXl e CoreXl, inidirizzate ai carrier di fascia alta e ai data center più consistenti.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore