TAS Group: bene i conti ed espansione verso l’est Europa grazie ad ArsBlue

Big DataData storage

TAS Group registra dati di fatturato e redditività positivi e con l’acquisizione della società serba ArsBlue, l’azienda si prepara a conquistare l’Est Europa

TAS Group, player nel panorama ICT italiano per soluzioni e servizi in ambito sistemi di pagamento, monetica e mercati finanziari ha chiuso l’anno fiscale con i principali indici economico finanziari in netto miglioramento e con l’acquisizione della società serba ArsBlue, tramite la sua controllante Bassilichi CEE, un operatore nell’est Europa che consentirà un’accelerazione nella crescita internazionale di TAS.

ArsBlue, con sede a Belgrado, opera dal 1995 in ambiti di business comuni a TAS e cioè quelli della progettazione e sviluppo di prodotti software applicativi per pagamenti elettronici (transazioni con carta, ATM, POS, ecc) per banche, istituzioni finanziarie e attività commerciali. I suoi numeri parlano chiaro. Come si apprende dal sito, ArsBlue gestisce oltre dodici milioni di transazioni di pagamento al mese che viaggiano su 30mila dispositivi in tre continenti, ha prodotto più di cinque milioni di carte e vanta tra i suoi partner Hewlett Packard Enterprise e tra i clienti in portafoglio banche globali quali UniCredit e Crédit Agricole.

Danilo Rivalta

L’acquisizione di ArsBlue può essere definita come un matrimonio dopo un lungo fidanzamento – ha sottolineato Danilo Rivalta Senior Vice President di TAS GroupConosciamo molto bene infatti questa società, essendo stata nostro partner per diversi anni nello sviluppo di numerose soluzioni. La firma di questo accordo è significativa per noi perché rappresenta un tassello importante per incrementare la nostra presenza nell’area dell’est Europa, molto dinamica e ricca di talenti nel settore dell’IT, a sostegno della nostra strategia di espansione a livello internazionale”.

Oltre i confini italiani, TAS Group opera già attraverso proprie società controllate quali TAS France SASU (Francia), TAS Helvetia SA (Svizzera), TAS Iberia S.L.U. (Spagna), TAS Germany GmbH (Germania), TAS USA Inc. (Stati Uniti) e TAS Americas Ltda (Brasile). Inoltre, nel 2018 è stato inaugurato un nuovo ufficio a Las Vegas che si aggiunge alla sede di New York di TAS USA.

Tornando invece alle performance di bilancio 2018, la chiusura d’anno è stata positiva anche da un punto di vista economico e finanziario per TAS. I principali indici delle performance aziendali sono infatti in netto miglioramento, con ricavi derivanti da core business che hanno raggiunto un consolidato di 45,5 milioni di euro. La redditività è in crescita con l’Ebitda che ha registrato un aumento del 37,4% raggiungendo i 6,3 milioni di euro rispetto ai 4,6 milioni dell’anno precedente, fino ad arrivare all’Ebit, positivo per 0,8 milioni di euro in netto miglioramento rispetto al dato negativo del 2017. Infine, dal dicembre 2018 TAS Group, ha completato il processo di ristrutturazione finanziaria azzerando il debito residuo con gli Istituti Finanziari.

Il Gruppo TAS è oggi una realtà che sta cogliendo tutte le nuove opportunità di business che il mercato offre – ha sottolineato Valentino Bravi, amministratore delegato, in occasione della presentazione dei dati di bilancioDopo aver investito per anni diverse decine di milioni di Euro nel rinnovamento dell’offerta e nella riorganizzazione operativa, il nostro focus è oggi indirizzato a sfruttare la crescita della digitalizzazione del mercato dell’IT, che nel nostro caso si concretizza con una sempre maggiore richiesta di soluzioni in tema di pagamenti digitali e della tesoreria degli istituti finanziari. Il bilancio 2018 ci rende particolarmente orgogliosi considerando la crescita della marginalità ed il ritorno all’utile, segno evidente che le misure messe in atto in questi anni sono state positive e che stanno iniziando a dare i loro frutti, rendendoci molto fiduciosi per i prossimi anni”.

Il mercato in cui opera il Gruppo TAS, quello dei pagamenti digitali, è oggi caratterizzato da una grande discontinuità e una rapida evoluzione, che offrono al contempo importanti opportunità di crescita. TAS è riuscita a cogliere queste opportunità, come dimostrano i risultati del 2018, confermando la posizione dell’Azienda quale leader italiano capace di offrire soluzioni innovative e competenze specifiche ai suoi clienti. L’innovazione è il driver su cui punta il Gruppo che negli ultimi anni ha continuato ad investire in attività di ricerca e sviluppo a supporto della strategia di crescita aziendale e nell’ottica di consolidare la propria presenza sul mercato internazionale.

viale famagosta 75 Milano

Il core business aziendale di TAS è oggi focalizzato su due aree principali: Global Payments e Capital Markets & Treasury. Grazie al percorso di diversificazione portato avanti negli ultimi anni, le principali proposizioni sono state adottate anche dalla Pubblica Amministrazione (Ministeri, Regioni e altri Enti Locali) e da aziende non bancarie operanti nei settori più disparati, confermando la presenza capillare di TAS anche al di fuori del prevalente mercato bancario/finanziario.

Bravi ha sottolineato infine l’ottimismo per l’anno in corso: “Siamo fortemente concentrati nel cercare di anticipare il cambiamento, così da proporre ai nostri attuali clienti e ai nuovi player, che stanno entrando nel mercato dei pagamenti, soluzioni sempre più innovative e affidabili. Siamo convinti che si tratti solo dell’inizio di un lungo percorso nel corso del quale potremo esprimere tutto il nostro valore, confermando la nostra leadership nelle aree dei pagamenti digitali, del capital market, e da ultimo il machine learning e i Big Data”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore