Arriva Cloudera Enterprise 6 per macinare dati e analisi

Data storageSoftware
Data WareHouse

L’evoluzione della piattaforma di machine learning e analisi dei dati di Cloudera evidenzia gli sforzi per consentire alle aziende di accedere con rapidità ai dati ovunque essi siano dislocati

Con l’esplosione dei dati derivante dall’IoT e dalla trasformazione digitale, le aziende hanno bisogno di accederealle informazione ovunque esse siano dislocate. E per rispondere a questi bisogni Cloudera ha messo a disposizione la piattaforma di machine learning e analisi Cloudera Enterprise, che dall’origine è stata sviluppata come ibrida – permette di sviluppare soluzioni AI su larga scala, in modo efficiente ovunque sia necessario

Ora Cloudera annuncia la nuova versione della piattaforma di machine learning e analisi per l’era cloud. Si chiama Cloudera Enterprise 6.0 e insieme ad essa l’azienda annuncia anche una serie di novità all’interno di Cloudera Altus per unificare controllo e governance dei carichi di lavoro transienti e prolungati su cloud pubblici e data center.

I miglioramenti della piattaforma sono indirizzati all’accelerazione nell’introduzione delle applicazioni enterprise di data warehousing e machine learning, aumentando le possibilità d’implementazione in cloud e garantendo sicurezza e controllo di queste opzioni a livello IT.
Ecco come.

Cloudera Enterprise 6.0 offre una serie di miglioramenti nelle prestazioni e qualità di livello enterprise. E a differenza di altre piattaforme dati concorrenti, che sfruttano componenti open source non collaudati e spesso nemmeno testati, Cloudera gestisce, integra e pone una grande attenzione al testing della propria piattaforma open source ibrida in condizioni reali, in modo che soddisfi i requisiti più rigorosi del cliente.

La versione più recente può essere eseguita on-premise oppure nel cloud – ovunque si trovino i dati. Offre miglioramenti nelle prestazioni per i carichi di lavoro SQL, in tempo reale e di streaming e aggiunge la capacità di ricerca full-text per il data warehousing.

Cloudera Data Warehouse

Questa versione semplifica inoltre la gestione efficiente e sicura di un maggior numero di nodi – fino a 2.500 con una singola istanza di Cloudera Manager – sfruttando meno risorse, riducendo i costi amministrativi e infrastrutturali e con una maggiore sicurezza nella continua espansione delle implementazioni su larga scala.
Per quanto riguarda Cloudera SDX e Cloudera Altus, l’integrazione delle tecnologie di gestione di cloud pubblico permette alta flessibilità nel controllo dei carichi di lavoro, nella gestione degli stessi, e nella possibilità di condivisione (tra cloud) dei dati che piace alle aziende.

Esse infatti citano sicurezza, governance e complessità come motivi principali che sconsigliano di spostare i carichi di lavoro operativi sul cloud pubblico. Cloudera SDX (Shared Data Experience) offre il controllo unificato dei metadati, semplifica l’amministrazione e mantiene contesto e data lineage per servizi di storage, carichi di lavoro e ambienti operativi.

SDX fa in modo che metadati critici come policy di sicurezza e governance e le definizioni a livello di business si possano impostare una volta sola, applicare ovunque ai carichi di lavoro e possano quindi persistere nell’infrastruttura del cloud pubblico.

L’integrazione del controllo del cloud ibrido Altus con SDX consente ai carichi di lavoro transienti e prolungati, gestiti da Cloudera come servizio oppure come parte della distribuzione Cloudera del cliente, di avere un contesto dati immediatamente disponibile. Ciò semplifica la condivisione, affidabilità e verifica delle attività data-driven, riducendo l’impatto sui costi generali.

I prodotti di data warehousing annunciati sono immediatamente disponibili ed includono il data warehouse as-a-service con caratteristiche multi-cloud in grado di operare su Microsoft Azure e AWS con l’offerta di analisi, governance e prestazioni di livello enterprise.

Parliamo di Altus Data Warehouse cui si affiancano Data Warehouse – che è un moderno data warehouse in cloud ibrido in grado di gestire carichi di lavoro fino a 50 PB di dati e Workload XM, un servizio cloud di workload experience management, che permette alle aziende di supportare con sicurezza l’attuale crescita esponenziale dei carichi di lavoro analitici e offre il livello di experience nell’analisi richiesto da aziende e professionisti.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore