Anche le Borse si muovono a ritmo tecnologico: la connettività vince

Data storageEnterprise

Opinione di Massimo Maria Gionso, Consigliere Delegato di CFO Sim – Corporate Family Office, secondo cui la base di tutto questo è la connettività dei dati, garantita dalla fibra ottica che assicura velocità di connessione da tutte le parti del mondo

La tecnologia e la connettività sono oggi due fattori sempre più imprescindibili nei mercati finanziari. Le scene cult del film “Una poltrona per due” degli anni ‘80 dove si mostravano fogli di carta svolazzanti, si facevano gesta con le dita a indicare le quantità e si sentivano grida sono ormai un retaggio del passato. Il mercato si è evoluto verso un sistema telematico dove tutto è computerizzato, connesso e gestito da software in modo più efficiente, con tempi e costi più vantaggiosi, lasciando gli spazi una volta dedicati agli scambi a innovative sale meeting. Ci sono progetti super avveniristici per avere un orario certo della transazione, come imposto dalla Direttiva sui Mercati degli Strumenti Finanziari, MiFid II, dell’Autorità Europea per la sicurezza e i mercati (Esma). Solo per citarne uno, è recente il progetto portato avanti dall’Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica (Inrim) di Torino che utilizza orologi basati sull’atomo di itterbio che permetteranno di scandire la data delle operazioni di Borsa con una precisione al miliardesimo di secondo, come accade, ad oggi, solo a Londra.

Massimo Gionso

Secondo Massimo Maria Gionso, Consigliere Delegato di CFO Sim – Corporate Family Office, la base di tutto questo è la connettività dei dati, oggi garantita dalla fibra ottica che assicura velocità di connessione senza precedenti da tutte le parti del mondo. A trarne beneficio sono tutti gli operatori del mercato borsistico, ma in particolare gli investitori, sia professionali che i cosiddetti retailer che possono tenersi aggiornati, in tempo reale e decidere come operare su un titolo.

Una considerazione sulla sicurezza. Se un tempo ci si affidava alle guardie armate per proteggere i denari, oggi chi opera nel mondo finanziario deve appoggiarsi a figure adatte alla funzione di sicurezza informatica ed investire in software dedicati. Se come detto tutte le transazioni avvengono telematicamente, diventa fondamentale utilizzare strumenti di protezione contro le frodi ed affidarsi a personale e strutture esperte.

Fibra ottica

A chi obietta che la tecnologia abbia compromesso il rapporto umano che sta alla base di qualsiasi tipo di transazione Gionso afferma che gli investitori e le aziende non solo non hanno ridotto i rapporti, anzi sono aumentati perché oltre agli incontri periodici di persona in contesti internazionali sono frequenti anche i contatti telematici.

Borsa Italiana

La novità è che c’è maggiore relazione tra gli investitori che possono incontrarsi virtualmente in forum dedicati, scambiandosi consigli e pareri o pubblicando articoli ed analisi finanziarie. Talvolta c’è anche la possibilità di porre domande direttamente al management della società che tramite queste piattaforme può intervenire e rispondere per sciogliere qualsiasi dubbio.

Read also :