Acronis-Google Cloud, arriva l’integrazione con le soluzioni di backup

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

L’integrazione di Google Cloud con i prodotti di backup di Acronis permette alle aziende che hanno investito nel cloud pubblico un accesso più facile e diretto alla piattaforma per la riduzione dei tempi di backup e ripristino

Acronis ha stretto una partnership con Google Cloud per ampliare l’accesso al cloud pubblico ai propri clienti e facilitare l’utilizzo di storage di backup e disaster recovery in diverse regioni cloud. L’integrazione tra le soluzioni di backup di Acronis e Google Cloud Platform porterà velocità di caricamento migliorate ma soprattutto tutte le opzioni di sovranità necessarie agli utenti nell’archiviazione dei dati.

In pratica l’accordo si circostanzia con l’integrazione di Google Cloud Platform nelle future versioni delle soluzioni di backup, disaster recovery e sincronizzazione e condivisione dei file di Acronis. I partner Acronis potranno espandere la propria attività grazie alla possibilità di offrire servizi di protezione dei dati semplici e rapidi ai clienti che utilizzano già Google Cloud Platform.
Spiega John Zanni, Presidente di Acronis: “L’integrazione di Google Cloud con i prodotti di backup di Acronis è una delle richieste prioritarie dei nostri utenti. E sono molte le aziende che hanno investito nell’infrastruttura del cloud pubblico. Noi stiamo semplicemente rendendo più facile per loro utilizzarlo con Acronis”. 

Acronis Backup – Una vista della dashboard

Gli utenti guadagnano l’accesso facile e diretto alla Platform, e quindi la riduzione dei tempi di ripristino, con i relativi benefici per quanto riguarda gli accordi sul livello dei servizi con i loro clienti, tanto più in fase di ripristino delle informazioni e quindi nelle situazioni di disaster recovery.

Le soluzioni di protezione dei dati di Acronis offrono già l’integrazione nativa con diversi fornitori di cloud pubblico, con popolari piattaforme di automazione in hosting e con strumenti remoti di monitoraggio e gestione. I prodotti Acronis sono infatti sviluppati per il cloud e concepiti per proteggere tutti i dati in tutti gli ambienti, compresi i carichi di lavoro cloud, i data center, gli ambienti in sede, le sedi remote e i dispositivi mobili.

Ora nell’ambito dell’integrazione, Acronis si propone di ampliare il supporto per i carichi di lavoro Google Cloud, di offrire un modello di distribuzione Google Cloud per il server di gestione Acronis Backup e di consentire l’uso di Google Cloud Platform appunto per il disaster recovery.