VMware Cloud on AWS arriva in Europa

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

VMware Cloud on AWS è progettato per offrire ai clienti un modo operativo per eseguire, gestire e proteggere le applicazioni in un cloud ibrido. Ora è disponibile in Europa con nuovi strumenti per facilitare migrazione e gestione delle applicazioni in cloud

Non sembra, ma è trascorso già un anno e mezzo (era ottobre del 2016) da quando VMware Cloud on AWS, declinazione di VMware Cloud Foundation, è diventata la principale soluzione di cloud pubblico offerta da VMware. Allora, in pratica, VMware su Amazon Web Services fu proposta proprio come un’offerta per sfruttare AWS, venduta e supportata da VMware, così come VMware sarebbe stata la proposta di AWS quando si fosse cercata una risorsa per il cloud privato.

Oggi che la partnership è più che consolidata anche VMware Cloud on AWS è cresciuta e arriva a offrire ai partner una serie di nuove funzionalità per la migrazione in cloud e la semplificazioni delle implementazioni ibride. Quindi VMware Cloud on AWS arriva oggi in Europa con una proposta potenziata, ma lo stesso scopo di sempre e cioè aiutare i clienti a sfruttare i vantaggi del cloud ibrido.

La partnership, in sostanza alla pari, ha permesso ad AWS di approdare nei data center delle aziende convinte dei benefici di un cloud controllato anche solo come opzione per i picchi di lavoro e a VMware di proporsi come soluzione già pronta in caso di evoluzione di scenari nel caso in cui effettivamente il cloud pubblico avrebbe potuto dare una mano.
La proposta asseconda ancora queste opportunità con nuovi strumenti e servizi.

VMware Cloud on AWS offre infatti un’infrastruttura coerente, la possibilità di spostare le applicazioni tra data center VMware basati su vSphere e AWS locali e accelerare le migrazioni del cloud, accedere a una serie di servizi AWS innovativi, tra cui computing, database, analytics, Internet of Things (IoT), sicurezza, mobile, servizi applicativi e altro ancora. Per esempio per quanto riguarda lo spostamento dei workload ora c’è VMware vMotion tra on-premises e VMware Cloud on AWS e tra host su cluster all’interno di VMware Cloud on AWS SDDC (più avanti invece VMware aggiungerà anche vMotion tra gli host in un cluster esteso su due zone di disponibilità AWS).

In pratica, clienti di VMware Cloud on AWS hanno accesso alle stesse soluzioni e servizi di gestione cloud testati nel data center, e semplicemente estendono i loro strumenti, le policy e le competenze per la gestione e la protezione di applicazioni mission critical nel cloud pubblico.

Lo sbarco in Europa inizia dal Regno Unito e porta l’ulteriore semplificazione dell’approdo al cloud con la migrazione dei carichi lavoro in essere e futuri in agilità, senza rinunciare a tutte le funzionalità, alle stesse prestazioni e alla sicurezza.

A tutela delle applicazioni critiche arriva quindi la protezione dalle interruzioni del data center e di una zona di disponibilità, ma anche quella per gli errori a livello di host e macchine virtuali. VMware Cloud on AWS fornisce inoltre alta disponibilità Zero recovery point objective (RPO) per qualsiasi applicazione in zone di disponibilità AWS (AZ) con Cluster allungati per VMware Cloud on AWS. Il servizio non richiede di essere integrato nelle singole applicazioni.

VMware Cloud on AWS – Il modello

La gestione dei grandi volumi di dati in cloud ora sarà avvantaggiata dalla compressione e deduplicazione VMware vSAN nativa per ridurre i costi beneficiando al tempo stesso delle prestazioni dello storage all-flash. I benchmark parlano di una riduzione fino alla metà dei costi di storage per carichi di lavoro tipici con deduplica e compressione nativa vSAN.
Ci sono poi novità decisamente interessanti per un tema per noi virtuoso da tempo, e ancora relativamente poco diffuso qui in Italia e cioè la “virtualizzazione del desktop”. Ora il supporto VMware Horizon permette ai clienti di distribuire e gestire facilmente desktop virtuali e applicazioni Horizon su VMware Cloud on AWS con economie di consumo cloud.

Si tratta di saper sfruttare anche la possibilità di usare VMware Horizon per estendere servizi desktop on-premise tramite il cloud senza acquistare hardware aggiuntivo e co-localizzare desktop virtuali o applicazioni pubblicate in prossimità di applicazioni latency-sensitive nel cloud.
Con l’obiettivo infine di semplificare installazione e gestione degli ambienti SDDC con VMware Cloud on AWS ecco l’integrazione con AWS CloudFormation e Hashicorp Terraform. Significa automatizzare il provisioning dei livelli del software-defined data center (SDDC) VMware utilizzando strumenti DevOps familiari.

Un vero e proprio developer center è integrato ora nella console di servizio VMware Cloud su AWS e offre agli esperti di automazione, ai tecnici DevOps e agli sviluppatori un portale centrale per accedere a informazioni dettagliate sull’API, kit di sviluppo software, esempi di codice e interfacce della riga di comando.

Se, come si dice, non c’è beneficio in cloud senza controllo, tanto più questo è vero quando si coniugano risorse private con il cloud pubblico. In questa nuova versione VMware Cloud on AWS aggiunge il supporto per VMware Cost insight e VMware Log Intelligence. Il primo è un software-as-a-service che consente ai clienti di comprendere il costo reale della migrazione a VMware Cloud on AWS in base ai dati di inventario reali ricavati da VMware vCenter. Log Intelligence invece  consente la visibilità in tempo reale nei log di controllo dell’infrastruttura e nei log delle applicazioni per isolare e risolvere rapidamente i problemi. La prova dei due servizi è gratuita.

L’arrivo di VMware Cloud on AWS in Europa si coniuga con l’espansione di VMware Partner Network. Più facile crescere nel business del cloud ibrido attraverso l’espansione dei VMware Solution Provider e dei programmi per i VMware Cloud Provider che forniranno ai partner formazione, incentivi finanziari, accesso alle competenze VMware e marketing congiunto per le soluzioni basate su VMware Cloud on AWS.