Tecniche PaaS sul cloud pubblico , un mercato da 14 miliardi di dollari nel 2017

CloudEnterpriseFisco e FinanzaPaas

Sostenuto dall’interesse delle imprese di ogni taglia il mercato del Platform-as-a-Service dovrebbe secondo Idc beneficiare di una crescita annua del 30 per cento da qui al 2017

Il fatturato mondiale derivante dalle piattaforme PaaS (Platform-as-a-Service) di cloud pubblico supererà i 14 miliardi di dollari nel 2017. Secondo uno studio Idc la tasso di crescita annua del PaaS tra il 2013 e il 2017 sfiora il 30 per cento. Questa crescita nasce dalla diffusione delle tecniche PaaS nelle grandi organizzazioni oltre le PMI e le startup che finora sono ne sono i principali utenti. L’ambiente cloud permette di accelerare lo sviluppo e la erogazione di applicazioni senza grandi investimenti finanziari o di tempo nell’infrastruttura necessaria. Con l’obiettivo di raggiungere più brevemente un vantaggio competitivo.

PaaS-Chart

Secondo il rapporto di Idc dal cloud PaaS arriverà ai provider oltre il 10 per cento del fatturato proveniente dallo sviluppo e dalla messa in produzione delle applicazioni entro il 2017. La crescita riguarderà nel complesso tutte le regioni del mondo con punte particolari in Asia Pacifico e Giappone. La crescita si declinerà attraverso sei sottosegmenti del cloud in versione PaaS: applicazioni , database, integrazione, BPM, test e altro.

Con un sguardo di insieme il PaaS partecipa alla crescita complessiva del cloud pubblico il cui fatturato raggiungerà secondo Idc i 107 miliardi di dollari nel 2017.

Ma Idc segnala anche alcuni trend generali a breve termine della spesa IT mondiale cui oltre al cloud computing farà da traino anche la mobilità. In seguito al rallentamento dei mercati emergenti nel 2013, la spesa IT tornerà ad accelerare nel 2014 secondo il Worldwide Black Book , che esamina l’andamento del budget IT: tornerà a crescere dopo aver toccato il fondo nel 2013, il punto più basso dall’inizio della crisi finanziaria. La spesa IT crescerà del 4% nell’anno in corso raggiungendo i 2.04 trilioni di dollari . A trainare la crescita sono gli smartphone e tablet: senza il Mobile, la spesa IT crescerebbe di appena il 2.6% a moneta corrente (e di solo lo 0.7% in dollari). Il budget dell’Enterprise IT è stato tiepido in molte regioni, mostrando una particolare debolezza del segmento Pc, server e storage. Gli investimenti in infrastrutture aziendali registreranno una ripresa nell’arco di 12-18 mesi. La spesa in server, storage e reti enterprise crescerà di un modesto 1% nel 2013, ma accelererà nel 2014 quando crescerà del 4%. Nell’attuale scenario domina la cannibalizzazione: quella dei tablet sui PC; quella del Cloud sui servizi IT tradizionali. Idc confida nella ripresa di Europa e Giappone, dopo la stabilizzazione: in Europa la spesa IT crescerà del 2% nel 2013 (1% escludendo gli smartphone), mentre in Giappone il mercato è flat (0%) contro il declino dell’1% di un anno fa.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore