Symantec DLP estende le sue policy al cloud

CloudSicurezza

Data Loss Prevention 14 di Symantec può applicare policy di controllo dei dati sensibili anche alla posta di Office 365 e al cloud storage di Box

Con la nuova versione 14, la soluzione per il monitoraggio e la tutela dei dati DLP (Data Loss Prevention) di Symantec passa anche al cloud, nel senso che estende il suo raggio d’azione dalle reti aziendali ai sistemi di cloud storage e ai servizi di posta elettronica anch’essi in cloud. Al momento le piattaforme gestite direttamente da DLP sono due: Microsoft Office 365 per l’e-mail e Box per il cloud storage. L’obiettivo principale di questa estensione è quindi da un lato tutelare i dati che i dipendenti conservano nelle mail e nel proprio spazio storage, dall’altro fare in modo che proprio i sistemi di storage cloud non diventino una “falla” nelle policy per la protezione dei dati aziendali.

La parte email è coperta dal modulo DLP 14 for Cloud Email. Dalla console di gestione chi si occupa della tutela dei dati può definire policy di sicurezza che prevedano la scansione degli account di posta aziendali di Office 365. In caso si rilevino messaggi contenenti informazioni aziendali che violano le policy trasferendo informazioni sensibili, si attivano funzioni che vanno dalla cifratura automatica al blocco della posta. Le stesse policy si possono indifferentemente applicare anche ai sistemi di posta elettronica non in cloud.

Moduli aggiuntivi a Symantec DLP permettono di analizzare statisticamente le violazioni delle policy
Moduli aggiuntivi a Symantec DLP permettono di analizzare statisticamente le violazioni delle policy

Allo storage cloud di Box è dedicato il modulo DLP for Cloud Storage, applicabile per le aziende che usano account Business o Enterprise di Box per consentire ai dipendenti di lavorare insieme sui loro documenti. Questo modulo scansiona gli account e rileva la presenza di documenti sensibili e analizza come e da chi vengono condivisi. In questo caso le violazioni delle policy sono anche segnalate visivamente agli utenti, che possono porvi rimedio direttamente.
Symantec DLP 14 prevede anche un controllo dei sistemi di cloud storage personale. Un modulo da installare sui computer dei dipendenti controlla che non transitino informazioni sensibili verso gli account personali di servizi come Box, OneDrive, Google Drive, Dropbox o iCloud, ma anche di servizi di posta elettronica come Gmail.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore