Studio Lenovo, gli ostacoli verso il cambiamento

CioCloudDatacenterProgetti

Lo studio di Lenovo “Next Generation Enterprise Business Report” condotto su 1.400 profili IT in Europa mette in luce scarsi budget e competenze per affrontare processi di digital transformation. Anche la tecnologia non è adeguata per il 21% degli IT manager

La carenza di competenze tecniche, nel gestire i processi di trasformazione digitale nelle aziende europee, è una delle problematiche emerse da uno studio (Next Generation Enterprise Business Report,  realizzato da Lenovo in Emea su 1.400 grandi aziende), che si accompagna a investimenti giudicati ancora insufficienti per spingere il cambiamento.

lenovo-ricercaIl 25% dei manager Emea (Uk, Germania, Francia, Italia, Russia e Turchia), infatti, lamenta scarse risorse finanziarie  e il fatto che il parco tecnologico non sia adeguato al cambiamento e sufficientemente flessibile (22%). Un giudizio che è comune anche ai manager italiani (21%) e che preoccupa gli IT manager in modo particolare, sentendosi questi sempre più coinvolti con lo sviluppo del business.

Infatti, l’87% dei manager IT sente di avere la responsabilità di portare innovazione in azienda,  ma nello stesso tempo per il 25% le competenze interne non sono adeguate.
C’è un divario tra aspettative e risorse allocate: rimane evidente il gap di competenze e tecnologie da colmare,  in questo panel che ha preso in considerazioni  profili di IT Director, CIO, CTO, IT Manager, software engineer e system architect a metà del 2016.

Un gap che Alessandro de Bartolo, Data Center Group country manager di Lenovo Italia, richiede possa essere sanato con l’aiuto di partner tecnologici in grado di agevolare i cambiamenti, e colmare le lacune tecnologiche.

Alessandro de Bartolo, Data Center Group country manager di Lenovo Italia
Alessandro de Bartolo, Data Center Group country manager di Lenovo Italia

“In Italia la fiducia  nelle infrastrutture e nelle persone IT è elevata e questo dato emerso dalla ricerca è molto importante. Le lacune attuali legate alle competenze insufficienti per garantire questa trasformazione, nonché ai budget per consentire ai reparti IT  di investire nel futuro digitale, non mettono in discussione la centralità dell’IT  – precisa -.  Per questo è importante dare alle aziende tecnologie allo stato dell’arte adeguate alla Digital Transformation, e lavorare parallelamente con percorsi dedicati sullo sviluppo delle competenze. Con l’evoluzionie del software-defined,  rendiamo i processi di trasformazione digitale più veloci e flessibili da gestire”.

La ricerca ha anche uno spaccato italiano, che ha coinvolto 250 aziende in tutti i settori.  
Nel nostro paese il 91% degli intervistati ritiene che gli IT manager abbiano la responsabilità di dare impulso all’innovazione e aggiungere valore al business (percentuale più alta rispetto all’87% in Emea).
In linea invece con gli altri paesi i feedback su competenze e budget: il 26% degli IT manager afferma che l’ostacolo più grande alla trasformazione digitale siano le competenze tecniche del personale, mentre il 25% degli intervistati afferma che il principale ostacolo siano le scarse risorse economiche.

Read also :
  • cio
  • Digital transformation
  • lenovo
  • ricerche
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore