Soro (Lexmark Italia): soluzioni cloud-enabled riducono la complessità nella stampa

CloudCloud managementStampantiWorkspace

Oggi sono disponibili nuove soluzioni cloud-enabled per aiutare le organizzazioni a ridurre questa complessità, fornendo al contempo un più elevato livello di servizio agli utenti. Secondo Giancarlo Soro, Amministratore Delegato di Lexmark Italia

Secondo Gartner, oltre il 70% delle aziende disporrà di capacità cloud office entro il 2021. Questi modelli di servizi cloud alimentano tutto: dal data center all’enterprise software, a mano a mano che le imprese di tutto il mondo sono alla ricerca di nuove opportunità per aumentare la produttività e ridurre i costi. Nel settore della stampa, la proliferazione di dispositivi mobili, la crescita della forza lavoro mobile e un focus sempre più spinto su sicurezza e compliance stanno facendo aumentare la complessità IT.

Oggi sono disponibili nuove soluzioni cloud-enabled per aiutare le organizzazioni a ridurre questa complessità, fornendo al contempo un più elevato livello di servizio agli utenti. Secondo Giancarlo Soro, Amministratore Delegato di Lexmark Italia, tra i vantaggi che questa nuova infrastruttura promette vi è la possibilità di rendere più rapida e snella la configurazione delle stampanti. Rendere i print server disponibili attraverso una soluzione sicura e on-demand basata su cloud riduce infatti il tempo e le risorse necessarie per il provisioning dei server o la configurazione di software on-premise.

Lexmark MX720
Lexmark MX720

L’architettura cloud permette anche di rispettare i requisiti di manutenzione, poiché i dispositivi dispongono dei più recenti firmware e app ovunque si trovino, in modo che l’infrastruttura di stampa sia sempre aggiornata in termini di funzionalità e security fix. Inoltre, i servizi di stampa cloud-based permettono di evitare le spese fisse, in conto capitale, possono infatti essere finanziati attraverso le spese operative tradizionali e si pagano solo le risorse di print e document management che si utilizzano.

Una crescita in termini di volume di stampa, geografia o numeri di workflow, una solida e comprovata tecnologia cloud permette di scalare sempre, verso il basso e verso l’alto, al fine di soddisfare le esigenze dei clienti. La tecnologia cloud garantisce una migliore continuità del servizio, così come un rapido onboarding di nuovi utenti e device. E poiché gli utenti possono stampare da qualunque dispositivo in rete, il downtime non impatta sulle scadenze. Infine, i servizi cloud si integrano facilmente con altre applicazioni erogate allo stesso modo, come Box, Dropbox, Google Drive e OneDrive. E’ evidente, secondo Soro, come i servizi cloud offrano un modo più economico e facile per un print management di successo. Sarà possibile liberarsi dell’infrastruttura, oltre a configurare, gestire e analizzare l’ambiente di stampa per massimizzarne semplicità d’uso, coerenza, sicurezza e controllo dei costi.