Non cambia il supporto di Windows Server alle nuove CPU

CloudServerSistemi OperativiWorkspace

Dopo l’annuncio sulla compatibilità tra Windows 10 e i processori Skylake si temevano politiche simili anche per Windows Server

Microsoft ha scatenato un bel po’ di confusione tra gli IT manager quando ha spiegato che a partire da luglio 2017 le aziende dovranno necessariamente aggiornare a Windows 10 i loro PC dotati dei nuovi processori Skylake e che per le generazioni successive di CPU non sarà possibile usare versioni di Windows precedenti a questa. Il punto non è tanto legato ai PC client quanto ai server: se questa è la politica – si è chiesto più di un CIO – che succederà per i nuovi server con processori Skylake (e oltre)? Aggiornare alla versione più recente di Windows Server sarà praticamente obbligatorio?

Come dimostra la lunga querelle incentrata sul browser Edge, non è detto che un aggiornamento di sistema sia sempre la strada più praticabile per un’azienda. La retro-compatibilità è un tema che nelle applicazioni d’impresa non si può evitare e il supporto a lungo termine un requisito importante.

windows server 2016
Una schermata di Windows Server 2016

Ora Microsoft ha badato a spiegare che ciò che sta accadendo nel mondo client non si replica in quello server: non sono previste modifiche legate alle modalità di supporto delle piattaforme hardware da parte Windows Server. Il piano generale prevede ancora cinque anni di supporto completo seguiti da altri cinque di supporto esteso (quindi essenzialmente aggiornamenti di sicurezza e interventi a pagamento).

Questo tra l’altro significa che nuove piattaforme di processori o semplicemente nuovi componenti hardware possono essere testati e certificati per la compatibilità con una specifica versione di Windows Server sino a cinque anni dal suo rilascio, prima che passi al supporto esteso in cui non vengono aggiunte nuove funzionalità.

Nel caso di Windows Server 2012 e 2012 R2 questo significa che le due versioni potranno essere rese compatibili con nuovi processori sino a inizio 2018, data che comprende ovviamente i processori Skylake già presentati, assai probabilmente i nuovi Kaby Lake e anche – e soprattutto – i nuovi Intel Xeon E3 di sesta generazione che non sono ancora sul mercato. Se siete tra quelli che alcune politiche di Windows Server 2016 hanno lasciato perplessi, online c’è un Windows Server Catalog che elenca l’hardware certificato per Windows Server 2008, 2008 R2, 2012 e 2012 R2.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore