I CIO nei guai: mancano gli sviluppatori mainframe

CloudServerSoftware

Un nuovo studio di Compuware: l’efficienza IT in azienda è ostacolata dalla mancata modernizzazione dell’ambiente mainframe

Compuware ha reso noto uno studio che ritorna sul tema della mancanza di programmatori per ambienti mainframe. In parallelo molti CIO non sono preparati a far fronte a questa mancata disponibilità.

I dati emersi rivelano che un ambiente di sviluppo mainframe statico influisce negativamente sulla produttività degli sviluppatori e riduce l’efficienza IT. Su più di 500 CIO coinvolti nell’analisi, oltre la metà (il 56%) afferma che gli sviluppatori mainframe – cercando di stare al passo coi tempi e adattarsi alla rapida evoluzione dell’ambiente IT – hanno difficoltà a stare al passo con le mutevoli esigenze del business. Al tempo stesso, il 69% di essi crede che la mancanza di cambiamenti nell’ambiente mainframe tiene lontano i laureati in materie informatiche.
“Le aziende stanno adottando nuove tecnologie come il Mobile e il cloud computing, e questo porta i team mainframe ad affrontare un carico di lavoro ulteriore dovuto alla necessità di integrare velocemente e con successo nuove applicazioni con quelle legacy mainframe” ha dichiarato Kris Manery, General Manager della Business Unit Mainframe Solutions di Compuware. “Questa crescita verso lo sviluppo mainframe insieme alla mancanza di nuovi sviluppatori – un trend che noi chiamiamo il ‘New Normal of Mainframe’ – pone i team di fronte al rischio di diventare meno efficaci nel supportare le applicazioni business critical”.

Poiché le applicazioni mainframe sono complesse e difficoltose da mantenere, la tecnologia mainframe si trova di fronte a una crescente mancanza di competenze. Questo rappresenta un rischio per le aziende, anche in termini di reputazione. Il 46% dei CIO ammette di non avere in previsione piani per sopperire alla carenza di sviluppatori mainframe. Inoltre, alti costi di acquisizione (per il 60 % degli intervistati), integrazione complessa (secondo il 54% dei CIO) ed elevati costi di training e implementazione (per il 45 %) portano le aziende a non prendere in considerazione la modernizzare gli ambienti mainframe.

Per 35 anni, le soluzioni mainframe di Compuware hanno permesso agli sviluppatori di supportare efficientemente applicazioni critiche, analizzando codice, ottimizzando dati di test, testando ed eliminando errori, individuando problemi, confermando la qualità e migliorando applicazioni e prestazioni. Compuware Workbench, un ambiente di sviluppo , fornisce ai nuovi e poco esperti sviluppatori dei prodotti all’avanguardia di cui hanno bisogno per lavorare proficuamente, con un margine d’errore minimo. Le soluzioni mainframe di Compuware Abend-AID, File-AID, Xpediter, Hiperstation e Strobe, aiutano le aziende a massimizzare la produttività degli sviluppatori, minimizzando i costi e fornendo servizi migliori. Le soluzioni sono disponibili nei tradizionali ambienti TSO\ISPF o all’interno della piattaforma Workbench.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore