HPE ProLiant Gen10, la famiglia si allarga con AMD Epyc

Nel 1998 inizia la sua esperienza nel mondo IT in Mondadori e partecipa alla nascita di Web Marketing Tools di cui coordina la redazione. Redattore esperto di software per PC Magazine, e caporedattore di ComputerIdea, segue da circa 20 anni l'evoluzione del mondo hardware, software e dei servizi IT in un confronto continuo con le aziende leader del settore

I server HPE ProLiant DL385 Gen10 sono i primi di questa famiglia su architettura AMD Epyc che promette di abbattere i costi per Virtual Machine. I punti di forza per quanto riguarda la sicurezza

HPE annuncia la nuova proposta server HPE ProLiant DL385 Gen10 in collaborazione con AMD per un pedigree che prima di tutto vuole evidenziare la riduzione del 50 percento dei costi per virtual machine rispetto ai server tradizionali. 

HPE ProLiant DL385 Gen10 - Le caratteristiche più importanti
HPE ProLiant DL385 Gen10 – Le caratteristiche più importanti [fare clic sull’immagine per renderla leggibile]
I dati IDC sui trend di virtualizzazione delle infrastrutture evidenziano come entro il 2020 sarà virtualizzato il 41 percento dei nuovi server, mentre questa percentuale solo nel 2015 era appena del 33 percento.

La virtualizzazione dell’infrastruttura di calcolo ancora oggi permette risparmi di quasi il 20 percento su questo hanno lavorato AMD e HPE per lo sviluppo del System on a Chip (SOC) AMD Epyc e del server HPE ProLiant DL385. 

 I benefici della proposta per quanto riguarda l’efficienza di Epyc si coniugano con le soluzioni di sicurezza. Con HPE Silicon Root of Trust viene proposto il collegamento diretto tra il chip HPE Integrated Light Out (iLO) e il firmware iLO, per evitare l’esecuzione di firmware non autentico.

HPE Silicon Root of Trust è connesso anche ad AMD Secure Processor ospitato da AMD Epyc per cui il firmware HPE viene convalidato prima che venga concessa l’autorizzazione al server per effettuare il boot.

Nei nuovi server Gen 10 la memoria può essere integralmente o parzialmente crittografata per proteggere i dati da attacchi e tentativi di scraping, ma anche VM e hypervisor sono crittografati con chiavi diverse,  in modo da isolare ogni VM dalle altre e dall’hypervisor stesso, cosi si protegge l’accesso ai dati presenti in aree condivise.

I vantaggi offerti da AMD Epyc sui ProLiant, in una proposizione alternativa ad Intel sono dati secondo Scott Aylor, Corporate VP e GM Enterprise Business Unit di AMD sono dati dalla possibilità di supportare un maggior numero di virtual machine per server, elaborare più dati in parallelo e accedere a una maggior capacità storage locale garantendo nel contempo gli opportuni livelli di sicurezza. La migrazione delle Virtual Machine attraverso architetture x86 è resa possibile sfruttando la proposta software Carbonite Move di HPE.  

HPE rende disponibile il server HPE ProLiant DL385 anche in modalità As a Service sulla base  di modelli di consumo flessibili e programmi finanziari speciali. Si può decidere di di pagare solamente l’IT effettivamente consumato per gestire gli imprevisti nella domanda e l’incremento dei livelli di utilizzo sfruttando HPE Flexible Capacity.