Dell sente il peso dell’acquisizione EMC: anno fiscale 2017 in rosso

Silicon è il sito di tecnologia dedicato alle strategie delle aziende IT che cavalcano i nuovi trend di mercato, dal cloud computing alla virtualizzazione, dal mobile al byod. Analisi, approfondimenti, prove di app e prodotti, oltre alle notizie quotidiane, fanno di Silicon l’appuntamento giornaliero per i manager che vogliono capire come la tecnologia possa aiutarli nel fare business. Su queste tematiche Silicon realizza interviste agli attori del mercato e reportage dai principali eventi, sia in Italia sia all’estero.

Il 2017 fiscale chiude con un passivo di 3,3 miliardi legato all’impegno economico per l’acquisizione di EMC

Quando ci si imbarca nella più grande fusione della storia dell’IT è inevitabile che i suoi costi alla fine si vedano anche a bilancio e così Dell Technologies deve tenere conto che i risultati finanziari del quarto trimestre dell’anno fiscale 2017 e di tutto l’anno riflettono – come l’azienda stessa sottolinea – “la crescita e l’impatto della transazione legata a EMC”.

In sintesi, Dell ha registrato 20,1 miliardi di dollari di ricavi per il trimestre e 61,6 per tutto l’anno, mettendo però a bilancio una perdita operativa rispettivamente di 1,7 e 3,3 miliardi di dollari. Risultati negativi che ovviamente sono legati alla spesa per l’acquisizione di EMC, considerando che dalla chiusura dell’operazione Dell ha speso qualcosa come 7 miliardi in debiti e 800 milioni in riacquisto di azioni.

Dell Canvas 27
Dell Canvas 27

Dal punto di vista più operativo il grosso del business Dell è fatto dal Client Solutions Group, che nel trimestre ha fatto ricavi per 9,8 miliardi di dollari: per due terzi circa (6,7 miliardi) con i prodotti business e per il resto con quelli consumer. Dell indica una crescita in valore dell’11 percento, quindi superiore a quella del mercato. In crescita, ma meno (+2 percento), il business di tutto l’anno. In volumi Dell indica la vendita di 11 milioni di PC nel trimestre, un picco che non si vedeva dalla fine del 2011, con una crescita del 8,2 percento anno su anno.

Il secondo segmento di Dell per ricavi è l’Infrastructure Solutions Group, che nel trimestre ha “mosso” 8,4 miliardi di dollari: 3,6 per i server e 4,8 per lo storage. Dell sottolinea la riconquista della prima posizione nel mercato server grazie ai modelli PowerEdge e anche nel settore degli array all-flash.

Per volume di business chiude VMware, che nel trimestre ha avuto ricavi per 1,9 miliardi di dollari e un utile operativo di 565 milioni.