La scelta di Rackspace: non siamo più in vendita

Cloud

Mercato Openstack: Rackspace scarta l’opzione di vendita. Continua da sola e nomina un nuovo CEO

Pochi mesi fa Rackspace aveva dato mandato alla banca Morgan Stanley di studiare diverse opzioni per il suo futuro, dalla vendita fino alla partnership con un altro vendor specializzato in cloud. Da allora sono circolati diversi nomi di potenziali acquirenti , tra cui quello di HP. Ma la recente acquisizione di Eucalyptus da parte di HP ha indicato che il gigante dell’IT ha preferito appoggiarsi a esperti che operano con AWS e non solo su Openstack. Altre voci circolanti parlavano di una possibile acquisizione da parte di CyberLink.

rackspace-openstack
Poi la decisione di Graham Weston , presidente e cofondatore di Rackspace:” Abbiamo parlato con diversi gruppi interessati e analizzato diverse offerte. Ma nessuna opzione aveva il valore della decisione presa di andare avanti da soli.
Dunque Rackspace non è più in vendita . Anche se la decisione non è piaciuta agli investitori che hanno provocato una caduta del corso azionario del 15 per cento.
La decisione si accompagna con la nomina di un nuovo CEO nella persona di Taylor Rhodes. Non si tratta di un nome nuovo in Rackspace , dove occupava il ruolo di presidente esecutivo. L’interim in questi mesi era affidato a Graham Weston stesso.
Per il futuro la stampa finanziaria parla anche di un riacquisto di azioni e anche di possibili acquisizioni. Il volume di affari del terzo trimestre della società oscillava tra i 454 e i 461 milioni di euro. Il valore attributo a Rackspace è di 5,6 miliardi di dollari. L’operatività segnala tuttavia un ritardo o una incertezza da parte della clientela nella firma dei contratti con un allungamento del ciclo di vendita.
Certo al concorrenza nel cloud è diventata sempre più agguerrita da parte di HP, IBM oltre che AWS, Microsoft e Google.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore