Salesforce Einstein, l’AI applicata al CRM

CloudSaas

Salesforce Einstein debutterà al prossimo Dreamforce e porterà funzioni di AI trasversalmente alle piattaforme SaaS della software house

Il CEO Marc Benioff aveva già volutamente accennato alla sua esistenza in una intervista a Forbes di qualche tempo fa, ora è stata ufficialmente presentata. Parliamo di Salesforce Einstein, la piattaforma di intelligenza artificiale che debutterà al prossimo evento Dreamforce, a ottobre, e che porterà trasversalmente le sue funzioni a tutti i servizi cloud della software house americana.

Per ora non sono stati dati grandissimi dettagli su come sia effettivamente strutturata Salesforce Einstein. Viene indicata come “la prima AI completa per il CRM” e uno dei messaggi chiave di Salesforce sta nell’intenzione di mettere a disposizione funzioni di AI a qualsiasi utente. Questo significa essenzialmente due cose: che funzioni di machine learning e analisi del linguaggio saranno distribuite nei vari servizi SaaS di Salesforce e che saranno anche disponibili attraverso le piattaforme di sviluppo.

Marc Benioff, CEO di Salesforce
Marc Benioff, CEO di Salesforce

Tutti i segmenti applicativi di Salesforce possono trarre vantaggio da funzioni di machine learning e da altre simili.

Salesforce ad esempio prevede di rendere disponibili nella Sales Cloud funzioni di scoring automatico delle opportunità di vendita, con l’assegnazione dei “voti” che migliorerà man mano nel tempo grazie al machine learning applicato ai dati raccolti dalla piattaforma cloud.

Nella Service Cloud è prevista una funzione che suggerirà agli operatori dei servizi di supporto le risposte più opportune da dare ai clienti, in base alla loro “storia” e al contesto.

In generale tutti i servizi cloud di Salesforce che hanno la possibilità di fare leva su grandi basi dati – dalle interazioni strutturate ai comportamenti sui social network passando per i dati raccolti dai sistemi IoT – saranno avvantaggiati dalle funzioni di machine learning di Salesforce Einstein. Attualmente la software house di Benioff conta circa 170 data scientist dedicati all’AI, in buona parte provenienti dalle acquisizioni di MetaMind, MinHash e PredictionIO.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore