Nasce Hitachi Systems CBT: parte dall’Italia la conquista dell’Europa

CloudCloud managementIaasPaasSaas
management Hitachi Systems CBT

Cosmic Blue Team (CBT) entra in Hitachi Systems Group diventando Hitachi Systems CBT. Focus sull’Europa partendo dall’Italia che sarà potenziata nell’area Nord. La nuova struttura lavorerà su finance e healtcare

E’ ufficiale: Cosmic Blue Team (CBT) è entrata a far parte di Hitachi Systems Group cambiando la propria ragione sociale in Hitachi Systems CBT. Yoshinori Okami, senior vice president and executive officer, Hitachi Systems Chief Executive of CBT Group & Managing Director of CBT, ha aperto i lavori a Roma spiegando l’accordo. Spicca subito il fatto che l’Italia sia stata scelta da un operatore internazionale (giapponese, in questo caso) come apripista per l’espansione in Europa. Se è vero che Okami, durante il suo intervento, non ha mai accennato a quali saranno le prossime mosse strategiche o svelato i piani sull’Europa, ha comunque dimostrato un particolare e primario interesse per i paesi del Nord Europa. Hitachi Systems CBT - Roma

Hitachi Systems è una società focalizzata in ambito Information & Telecommunication System Business all’interno del Gruppo Hitachi. Punti di forza sono i servizi gestiti, servizi in cloud, servizi inerenti la sicurezza e le soluzioni per i data center. Hitachi Systems ha circa 300 centri in Giappone e 14 filiali all’estero, principalmente in Asia. Ora, con questa integrazione, Hitachi Systems e Hitachi Systems CBT puntano a espandere il proprio business dei servizi It sul mercato europeo e iniziando dall’Italia.

Hitachi Systems ha valutato attentamente il mercato europeo e ha trovato in CBT una realtà che potesse essere complementare con le proprie attività. In sostanza, si viene a creare in Europa una realtà più forte che può approcciare segmenti di mercato ancora poco esplorati, con più forza e una dimensione differente, oppure disegnare un percorso di canale comune, dato che, come ha confermato Flavio Radice, vice president, general manager, Coo di Hitachi Systems CBT, mentre Hitachi non opera col canale ma prevalentemente in modo diretto, CBT ha un programma di canale ben strutturato, pertanto non è escluso, anzi, che la nuova realtà rivedrà il modo di ‘commercializzare’ le soluzioni.  Hitachi Systems CBT Roma2

Paolo Angelucci, president & Ceo di Hitachi Systems CBT, sottolinea come il cloud, le applicazioni siano la testimonianza di quanto il mercato It sia cambiato. Basti pensare alla mobility e alle modalità di gestione di una compravendita in un negozio di abbigliamento: il commesso è dotato di tecnologia tale per cui riesce a soddisfare il cliente semplicemente inviando un input dal device che ha tra le mani, spiega Angelucci, il quale ricorda anche i 15 milioni di utenti whatsapp in Italia, un numero che porta l’Italia in una posizione importante tra le nazioni più connesse. E non da meno è importante capire quali siano le opinioni dei Ceo su disponibilità di infrastrutture digitali, tecnologie mobili e incidenza delle tecnologie digitali sul business.

Secondo uno studio PwC citato da Radice, i Ceo italiani considerano particolarmente rilevante la disponibilità di infrastrutture digitali: 60% degli italiani contro il 28% dei Ceo globali. Allo stesso modo cresce la percentuale di Ceo preoccupati (58% contro il 47% dello scorso anno) per la velocità del cambiamento tecnologico provocato dall’incidenza delle tecnologie digitali sul modo che hanno le imprese di fare business. Infine, per l’81% dei Ceo le tecnologie mobili sono considerate le più importanti, seguite da analisi e data mining, cyber security, social, cloud computing. “CBT ha numeri di fatturato in crescita – spiega Angelucci – in quasi tutte le aree. Unico neo nelle applicazioni perché abbiamo scontato il cambio delle ACG, ma tutta l’area è in crescita”, rassicura Angelucci.

In forte crescita sono gli ordini relativi ai cloud services. Angelucci mostra un istogramma che evidenzia come i fatturati IaaS e Paas relativi ai cloud services siano cresciuti più del 30% nel corso degli ultimi tre anni: dati questi che sono rassicurati dai dati diramati e studiati da parte di Assinform/NetConsulting che non lasciano dubbi al fatto che anche in Italia il cloud computing, sia Public sia Private sia sempre cresciuto in Italia dal 2012 ai giorni nostri.

management Hitachi Systems CBT
Da sinistra: Paolo Angelucci, president & Ceo Hitachi Systems CBT; Yoshinori Okami, senior vice president and executive officer Hitachi Systems, chief executive of CBT Group & Managing Director di CBT; Flavio Radice, vice president general manager coo di Hitachi Systems CBT

Tornando alle prossime mosse della nuova Hitachi Systems CBT, i vertici presenti hanno confermato sia l’allargamento della presenza, sempre più forte, nel Nord Italia, attraverso il reclutamento di nuove figure che seguiranno la fase di pre-sales ma che saranno più specializzate e di più alto profilo rispetto a un pre sales e inoltre saranno affrontati settori di mercato, come per esempio il pubblico, con una struttura dalle dimensioni differenti.

“La nuova Hitachi Systems CBT cambierà il target di mercato e l’approccio al business: focus sui clienti top, partnership con i large system integrators, guidare l’outsorcing e i servizi di business gestiti e, infine, espansione del business in Europa”, spiega Radice.

L’idea è quella di puntare in Europa su settori in cui Hitachi Systems CBT, forte di una nuova struttura, possa essere maggiormente d’impatto come il finance, l’healthcare, trasporti, Energy e successivamente telecomunicazioni.
Sono stati confermati gli asset strategici: WebRainbow, la piattaforma di enterprise information management; EasyCloud, nelle sue declinazioni di Iaas, Paas, Saas, Daas e EasyWare, i servizi di gestione in outsourcing del parco tecnologico. La nuova divisione della security che punta a promuovere i processi di risk management come elementi abilitanti la business transformation e un’ulteriore linea di business di Hitachi Systems CBT che fornisce consulenza, progettazione, implementazione e gestione delle soluzioni di sicurezza, in modo da trasferire la complessità operativa lasciando ai clienti la possibilità di concentrarsi sul proprio core business.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore