Microsoft frena ma si consola con la spinta di Azure

CloudMobilityOfficeSaasSoftwareTablet

La parte cloud del business Microsoft mostra crescite interessanti anno su anno, ma il business tradizionale registra una flessione che fa rallentare tutta l’impresa

Microsoft ha annunciato i risultati finanziari del suo quarto trimestre fiscale 2016, che si è chiuso con ricavi per 20,6 miliardi di dollari (-7 percento anno su anno) e un utile netto di 3,1 miliardi. Gli utili di questo trimestre sono molto più elevati di quelli dello stesso periodo di un anno fa, quando la casa di Redmond di fatto cancellò il pesante investimento per l’acquisizione di Nokia.

Satya Nadella, Ceo di Microsoft
Satya Nadella, Ceo di Microsoft

Insieme ai risultati del trimestre arrivano ovviamente quelli di tutto l’anno fiscale 2016, in cui Microsoft ha registrato ricavi per 85,3 miliardi di dollari, un utile operativo di 20,2 e un utile netto di 16,8. Nel 2015 fiscale questi valori sono stati rispettivamente di 93,6, 18,2 e 12,2 miliardi. La forte differenza nei ricavi è legata anche alla diversa contabilizzazione di quelli derivanti da Windows.

Tornando ai risultati del trimestre, l’andamento delle business unit Microsoft riflette quella “trasformazione” che l’azienda sta vivendo, citata dal CEO Satya Nadella, e per la quale il 2016 che si chiude è stato definito “fondamentale”. Il riferimento è soprattutto all’andamento della divisione Intelligent Cloud, che tra le tre dell’azienda è quella che fa il business minore (6,7 miliardi di dollari di ricavi) ma è quella che cresce di più (+7 percento anno su anno). Soprattutto grazie ai buoni risultati del business Azure (+102 percento anno su anno e un raddoppio dell’utilizzo da parte dei clienti).

Le crescite anno su anno dei vari business di Microsoft
Le crescite anno su anno dei vari business di Microsoft

Una crescita (+5 percento) anche per la divisione Productivity and Business Processes, che ha mosso 7 miliardi di dollari. Le linee di prodotto danno risultati confortanti, soprattutto considerando che la parte ricorrente di Office 365 cresce molto di più di quella tradizionale. Bene (+6 percento) anche il mondo Dynamics, per il quale inoltre sappiamo essere in arrivo novità.

La divisione classica More Personal Computing resta quella che fa la fetta principale del business Microsoft (8,9 miliardi di dollari) ma è in declino (-4 percento). Da segnalare però la crescita marcata (+27 percento) dei ricavi provenienti dalle installazioni OEM di Windows nel mondo consumer, legate probabilmente a maggiori vendite di prodotti premium che garantiscono a Redmond un ritorno maggiore.

Lato dispositivi la parte smartphone è ovviamente in caduta libera (-71 percento) dopo la sostanziale uscita dal mercato. Surface cresce come fatturato (+9 percento) per il maggior peso sulle vendite di prodotti come Surface Pro 4 e Surface Book. Non sembra però arrivare una crescita importante nei volumi di vendita, un aspetto per il quale Microsoft sta lavorando con i partner.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore