Microsoft e Boeing: un accordo per digitalizzare il mondo dell’aviazione

CloudSaas

Boeing porterà le sue applicazioni sul cloud di Azure per offrirle a un mercato più ampio di utenti, ma è solo il primo passo di un accordo più ampio

Boeing e Microsoft hanno avviato una collaborazione che ha l’obiettivo di realizzare una piattaforma cloud comprendente alcuni tool software di analytics dedicati all’industria areonautica e ai servizi di trasporto aereo. Il primo passo di questa partnership sarà implementare sul cloud di Azure le applicazioni già sviluppate da Boeing e dalle sue controllate AerData e Jeppesen.

FliteDeck Pro, un'app di Jeppesen
FliteDeck Pro, un’app di Jeppesen

Si tratta di un altro passo avanti per Microsoft Azure come piattaforma orientata anche al mondo delle applicazioni verticali. I software Boeing sono attualmente usati da circa trecento linee aeree che possono in breve tempo diventare nuovi utenti Azure. Si suppone poi che erogare in cloud questi tool li renda appetibili anche per altri utenti.

La proposta delle applicazioni Boeing in cloud non riguarda poi solo le linee aeree ma anche altri tipi di operatori tra fornitori di materiali e servizi e altre aziende di supporto. Le applicazioni Boeing coprono infatti aspetti che vanno dall’acquisto o leasing degli aerei all’addestramento degli equipaggi, dalla definizione delle rotte alla gestione degli inventari.

Secondo Kevin Crowley, Vice President of Digital Aviation di Boeing, l’accordo con Microsoft può “velocizzare la trasformazione digitale dell’aviazione attraverso l’uso di applicazioni basate sugli analytics, delle tecnologie cloud e di integrazione su larga scala”. L’obiettivo è prevedibilmente quello di usare l’analisi dei dati per ridurre i costi operativi: già adesso secondo Boeing l’uso delle sue applicazioni consente ad esempio una riduzione del 7 percento nei costi di organizzazione degli equipaggi.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore