Dropbox e Google Drive pensano agli utenti professionali

AccessoriCloudSaasSoftwareWorkspace

Due novità in arrivo: più sicurezza per i documenti in Google Drive e più condivisione per quelli conservati in Dropbox

Sarà anche “shadow IT”, specie se non è gestita in modo opportuno, ma i servizi di cloud storage di Dropbox e Google Drive stanno da qualche tempo mettendo nel mirino gli utenti più professionali e anche in questi giorni sono state presentate diverse novità che rendono più appetibile la loro introduzione in azienda.

Google ha lavorato sulla sicurezza nella condivisione delle informazioni: Google Drive può essere integrato con Google Apps Vault, il modulo delle Google Apps che gestisce la memorizzazione sicura di email e chat secondo le policy definite dall’azienda utente. Ora queste policy possono di conseguenza intervenire anche sui documenti e i file conservati in Google Drive. In tal modo un’azienda può garantire che i documenti conservati sul servizio di cloud storage siano mantenuti per il periodo necessario, ad esempio in osservanza di determinate normative, anche se chi li ha salvati in origine decidesse di cancellarli.

La visualizzazione di una cartella condivisa in Dropbox
La visualizzazione di una cartella condivisa in Dropbox

Dropbox ha pensato alla collaborazione in senso più ampio e ha reso disponibile una funzione “team” per gli utenti dei suoi profili Basic e Pro, partendo dalla constatazione che il 60 percento di loro usa il servizio principalmente per motivi di lavoro. Dato che la collaborazione è un aspetto indispensabile in un moderno tool da ufficio, la nuova funzione permette di creare gruppi di lavoro mettendo loro a disposizione tre nuovi strumenti: la possibilità di gestire account separati per i compiti personali e quelli di lavoro senza perdere la condivisione dei file, la suddivisione del team principale in sotto-gruppi per una condivisione più mirata e la creazione di un “team folder” dove mantenere tutti i documenti da condividere, che saranno sempre visibili al membri del gruppo.

Entrambe le funzioni, sia quella di Dropbox sia quella di Google Drive, non sono immediatamente disponibili a tutti gli utenti ma saranno distribuite gradatamente.

Read also :
  • dropbox
  • google
  • google drive
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore