Pozzoni (NetApp): l’accordo con Nvidia e il cambio pelle della società grazie all’AI

Big DataCloudData storageDatacenter

Marco Pozzoni, country manager di NetApp Italia, spiega l’evoluzione dell’accordo con Nvidia e l’approccio all’Intelligenza artificiale come volano per evolvere

NetApp fa un ulteriore passo avanti nell’albito dello sviluppo attraverso l’Intelligenza artificiale. Non più solo azienda da associare allo storage, tradizionalmente inteso, ma azienda che guarda oltre grazie anche a partnership importanti, sia con gli Hyperscaler (Microsoft Azure, Amazon Web Services e Google Cloud Platform) sia con altre aziende del calibro di Nvidia con la quale riesce a tenere testa nel campo della gestione del dato al mondo core e cloud, o meglio da Edge al core al cloud, come si evince dalla sigla dell’accordo annunciato ai primi di agosto tra le due realtà. Ancora una volta, Marco Pozzoni, country manager di NetApp Italia, spiega questo cambio di passo della società e questo nuovo approccio al mondo dell’Intelligenza artificiale grazie alle partnership. “La partnership con Nvidia riguarda la parte computazionale dell’accordo. Insieme stiamo facendo passi avanti verso un mondo dove le soluzioni diventano verified architecture e non sono solo su carta ma si arriva a un data pipeline to edge to cloud che spostano l’attenzione delle soluzioni Netapp non solo sullo storage nell’ambito della gestione del dato ma con Nvidia creiamo un unico layer che si presta a un legame con l’Intelligenza artificiale, con sottosistemi (IoT, data center, data preparation) atti a sfruttare meccanismi di intelligenza artificiale erogati nel data center o sfruttare i connettori per collegarsi attraverso intelligenza artificiale con altri provider, come Google per esempio. Abbiamo un’offerta articolata in questo senso”, afferma Pozzoni.

Marco Pozzoni

Di recente, infatti, Pozzoni spiega il lancio di Ontap AI che mette in campo la tecnologia All flash storage che permette una bassissima latenza e, lato Nvidia, sono stati predisposti dei supercomputer e piattaforme DGX 1. Il cuore dell’elaborazione è Nvidia DGX, un sistema chiavi in mano completamente integrato hardware e software, appositamente progettato per il Deep Learning. La piattaforma DGX sfrutta lo stack di software di Deep Learning della Gpu Nvidia, ottimizzato per le massime prestazioni DL accelerate dalla Gpu.
Sfruttando il Data Fabric di NetApp, Ontap AI offre alle imprese la possibilità di creare una data pipeline ininterrotta, che copre dall’edge al core al cloud. Questa pipeline integra fonti di dati eterogenee, dinamiche e distribuite, con controllo e protezione completi. In questo modo Ontap AI elimina i colli di bottiglia nelle prestazioni e consente un accesso sicuro e senza interruzioni ai dati provenienti da molteplici fonti e in diversi formati.
La combinazione di Nvidia DGX e degli array all-flash di NetApp fa fronte alle sfide poste dagli utilizzi odierni dell’AI in un contesto in cui molte organizzazioni nonostante stiano adottando nuove piattaforme, strumenti e pratiche per l’AI, non hanno il controllo sui loro data store per assicurare che dati completi, correnti e accessibili siano disponibili per i loro progetti di AI.

L'architettura NetApp Ontap AI
L’architettura NetApp Ontap AI

Le soluzioni cloud-connected di NetApp e la nuova architettura con Nvidia DGX creano un ambiente di gestione dei dati per l’AI. Questo dà ai clienti il controllo, l’accesso e le prestazioni di cui hanno bisogno per fornire i dati giusti, al momento giusto e al posto giusto alle loro applicazioni AI – tutto su larga scala e integrato, gestito e protetto dal Data Fabric di NetApp.
Pozzoni spiega quanto sia importate e in crescita il mercato legato all’AI. Numeri importanti e crescenti nel tempo che vedono da qui al 2022 valori che, lato storage, comporteranno un salto in termini di fatturato del 37% e come capacità coinvolte si passerà dagli attuali 17 exabyte ai 200 nel 2022. “Con il partner E4 lavoriamo anche con Nvidia per mettere a frutto un programma ad hoc sull’Intelligenza artificiale. E’ il momento topico che abbraccia flash e cloud al mondo dell’Intelligenza artificiale e sono i pillar su cui Netapp sta investendo, spiega Pozzoni, e Nvidia è la ciliegina sulla torta con Data Fabric e Data Pipeline”. Insomma nuovi ambiti che rivedano le soluzioni storage più tradizionali, tutte ovviamente che incarnino i concetti di intelligenza artificiale.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore