Palo Alto Networks verso l’acquisizione di RedLock

CloudSecurity managementSicurezza

Palo Alto Networks ha annunciato la volontà di acquisire RedLock, con l’obiettivo di estendere la propria leadership in ambito cloud security

Palo Alto Networks, che opera nell’ambito delle soluzioni di sicurezza informatica, ha annunciato di aver siglato un accordo definitivo per l’acquisizione di RedLock, una’azienda specializzata nella difesa dalle minacce cloud.

RedLock infatti offre un’efficace difesa dalle minacce negli ambienti cloud pubblici per aiutare le organizzazioni a garantire la conformità, gestire la sicurezza e abilitare le operazioni di sicurezza.

La piattaforma RedLock Cloud 360 adotta un approccio orientato all’AI che mette in correlazione diversi set di dati di sicurezza per fornire visibilità completa, rilevare le minacce e consentire una risposta rapida nell’intero ambiente cloud pubblico di un’organizzazione.

Palo Alto Networks - L'azione di Evident
Palo Alto Networks – L’azione di Evident

Secondo i termini dell’accordo, Palo Alto Networks pagherà circa 173 milioni di dollari ‘cash’ per acquisire RedLock. L’acquisizione dovrebbe concludersi durante il primo trimestre fiscale di Palo Alto Networks, subordinatamente al soddisfacimento delle consuete condizioni di chiusura. I co-fondatori di RedLock, Varun Badhwar e Gaurav Kumar, entreranno a far parte di Palo Alto Networks.

Palo Alto Networks offre un ampio portfoaglio di soluzioni di sicurezza per gli ambienti multi-cloud rafforzata di recente già con l’acquisizione di Evident.io nel marzo 2018. L’azienda serve attualmente oltre 6 mila clienti cloud a livello globale con il suo portafoglio che include firewall di nuova generazione (VM Series), ma anche i servizi Aperture, Evident e cloud GlobalProtect.

Palo Alto Networks combinerà le tecnologie Evident e RedLock per fornire ai clienti analisi della sicurezza del cloud, rilevamento avanzato delle minacce, sicurezza continua e monitoraggio della conformità in un’unica offerta che sarà annunciata all’inizio del prossimo anno.

La società prevede che la nuova offerta aiuterà i team di sicurezza a rispondere più rapidamente alle minacce più importanti – invece che costringerli a indagini manuali – con remediation e report in tempo reale automatizzati che evidenziano i rischi del cloud di un’organizzazione.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore