GE Predix sbarca sul cloud di Microsoft Azure

CloudPaas

Accordo tra Microsoft e GE per portare i servizi di Predix nel cloud di Azure, per raggiungere il maggior numero di utenti industriali ma soprattutto per creare nuove soluzioni basate sui due ambienti integrati insieme

A Microsoft interessa mettere più di un piede nel campo dell’Internet of Things applicata agli ambienti industriali e per GE è importante acquisire sempre più utenti per il suo ambiente PaaS Predix, dedicato appunto alla cosiddetta Industry 4.0. La partnership annunciata fra le due aziende appare quindi come un passo logico: Predix approderà su Microsoft Azure nel giro di un anno circa.

I tempi sembrano lunghi per il mondo dell’informatica ma in realtà non c’è una gran fretta, per vari motivi. Innanzitutto l’adozione delle soluzioni in stile Internet of Things nelle aziende industriali è comunque graduale, in secondo luogo Predix non è nato per essere un servizio generalista ma come community chiusa di utenti – almeno in questa prima fase – e per questo le sue implementazioni sono anch’esse graduali e controllate.

La partnership tra GE e Microsoft va dunque considerata in un’ottica di lungo termine. Per GE c’è il vantaggio di rendere disponibile Predix attraverso un cloud – Azure, appunto – che è più pervasivo del proprio e potrà quindi recepire meglio la crescita auspicata delle aziende utenti quando la diffusione di Predix sarà meno “controllata”.

Satya Nadella, CEO di Microsoft, con Jeff Immelt, CEO di GE
Satya Nadella, CEO di Microsoft, con Jeff Immelt, CEO di GE

Microsoft dal canto suo si allea con l’azienda che in questa fase del mercato IoT si sta muovendo forse con maggior decisione in ambito industriale (e non solo), e tra l’altro ora Redmond può “sfoggiare” un brand che nel campo ha un appeal decisamente maggiore del suo.

In ottica di medio-lungo termine sono poi interessanti – ed è qui il vantaggio per le aziende utenti – le tante possibili integrazioni fra Predix e i servizi Microsoft. Predix colma una lacuna di Azure perché è una piattaforma PaaS mirata in ambito industriale mentre gli sviluppi della casa di Redmond in campo IoT sono stati più generalisti. Ma dopo la “base” della parte di raccolta dei dati industriali e di sviluppo PaaS, Microsoft può far valere elementi diversi come l’intelligenza artificiale di Cortana e soprattutto l’integrazione con le applicazioni di business come Office 365, Dynamics 365 e Power BI.

Tutte integrazioni che richiederanno il loro tempo, infatti GE e Microsoft prevedono di rilasciare una “developer preview” di Predix su Azure entro fine anno. A questo punto gli sviluppatori avranno il tempo di creare nuove soluzioni basate sulla combinazione dei due ambienti, dato che il rilascio commerciale di Predix sul cloud Microsoft è previsto per il secondo trimestre 2017.

Read also :
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore