OpenWorld 2014: Oracle punta al Cloud pubblico in modalità PaaS

CloudSoftware

Oracle aggiorna il suo sistema di Cloud pubblico: social, mobility, migrazione di applicativi senza scrivere codice

Dopo gli annunci, i fatti. Per realizzare le sue ambizioni nel cloud Oracle aggiorna la sua piattaforma Oracle Cloud e la porta a livello di quella di altri concorrenti , da Salesforce a IBM a Microsoft quanto ai temi della mobilità e dei social network. Intanto lavora anche sulla parte hardware e infrastruttura portando a 21 i suoi data center al servizio del cloud pubblico. E nel frattempo a OpenWorld 2014 mostra i muscoli : 62 milioni di utenti, 23 miliardi di transazioni quotidiane su un’infrastruttura di 30 mila sistemi per un totale di storage gestito di 400 Petabyte.
Al centro il rinnovo della Cloud Platform che diventa una piattaforma di servizi competa per applicazioni cloud. Oracle non si fa mancare nulla: multitenancy applicativa, integrazione di social media e mobilità, funzioni di analytics e in memory.
Per lo sviluppo: integrazione del sistema di proprietà , Java, che resta il linguaggio più utilizzato dagli sviluppatori di applicazioni aziendali.
Quanto alla sicurezza l’accento viene messo sulla gestione dell’identità .
Il nodo centrale nella nuova offerta Oracle sta nella possibilità offerta agli utenti di passare i database ( 12c e 11g) da cloud verso l’infrastruttura on premise e viceversa senza mondificare una riga di codice degli applicativi.

OOW_LCoudPlatform-370x309
L’obiettivo è di rendere più attraente ancora le possibilità della Cloud Platform anche secondo il modello SaaS con un’estensione verso nuove applicazioni utilizzando direttamente gli elementi ottimizzati integrati e gestiti direttamente da Oracle.
Oracle ha dunque messo a punto sei nuovi servizi che appariranno prossimante in Oracle Cloud che fa tesoro delle prestazioni e della sicurezza di Database e In-Memory, di Java e del Middleware Fusion. Per i Big Data Oracle introduce la tecnologia Hadoop in Oracle Cloud. Oracle ha annunciato Oracle Analytics Cloud, un portafoglio completo di soluzioni di analisi create per il cloud, implementate nel cloud e in grado di eseguire l’analisi dei dati da fonti in cloud, on-premise, tradizionali e big data.
Per consentire a tutti gli utenti di avere accesso ai dati più rilevanti per la loro attività, quando e dove ne hanno necessità, Oracle ha introdotto Oracle Business Intelligence Cloud Service (Oracle BI Cloud Service), parte dell’offerta Oracle Analytics Cloud, che offre la suite cloud di analisi più completa oggi disponibile. Con funzionalità mobile incorporate, Oracle BI Cloud Service aiuta a velocizzare e migliorare il processo decisionale in azienda riducendo le barriere d’ingresso per gli utenti fornendo un accesso completo e sicuro alle informazioni con la semplicità e la convenienza del cloud.

OWW_PF_VaetVient-370x234
Con Process Cloud gli utenti possono collaborare per definire i processi aziendali e consentire decisioni in modo automatico.

Quanto alle attività di sviluppo va segnalato che Java SE Cloud (Java Standard Edition) autorizza la messa in produzione di applicazioni Java SE 7 oppure 8 con le loro librerie su Oracle Cloud.

 

 

Una nota di colore l’intervento abituale di Larry Ellison, nuovo CTO di Oracle, con attacchi a SAP ( che parla di Hana ,ma utilizza Oracle per Ariba e Successfactor), mentre “19 sulle 20 più grandi applicazioni in SaaS funzionano sotto Oracle “, da Salesforce a Netsuite.

Read also :
Autore: Silicon
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore